2580

Location
per eventi

11987

Sale
meeting

289

Agenzie
e servizi

10210

Articoli
e recensioni

Tre parole che il meeting planner dirà nel 2017

Tre parole che il meeting planner dirà nel 2017

Il 2016 ha i giorni contanti e come sempre accade a fine anno in questi ultimi giorni di dicembre si guarda al futuro chiedendosi cosa accadrà nel nuovo anno.  

Chissà perché è come se tutti noi aspettassimo lo scoccare della mezzanotte del 31 come la fine di un'epoca e l'inizio di un'altra. Tranquilli tutti, non accadrà proprio nulla, e lo sappiamo. Ma è bello pensare che ci aspetta un altro intero anno tutto da vivere, anche dal punto di vista professionale. Come sarà il 2017 per chi fa il meeting planner?

Cosa questa professione ti porterà a sperimentare, vivere, pensare? Non lo sappiamo esattamente, ma è probabile che anche l'anno prossimo ti capiterà, parlando del tuo lavoro, di dire molto spesso queste tre parole.

Video Strategy
Secondo Cisco entro il 2020 il 70% del traffico mobile saranno video. I video sono anche indicati come uno dei fattori chiave del Social Media Marketing e il Video Marketing è già una pratica di successo da cui le aziende non posso prescindere. A facilitare le cose i social più conosciuti, come il gigante Facebook, che con Facebook live ha reso possibile la completa interazione in streaming anche a livello corale. Tantissime le declinazioni possibili anche durante un evento, per eccellenza il momento più “live” del marketing mix aziendale. I video possono essere utilizzati nel pre-evento per creare engagement e attirare i partecipanti (possibili), magari inserendoli già nella e-mail di invito. Durante l'evento, naturalmente, il video streaming: postare video mentre l'evento è in corso, per esempio l'intervento dei relatori in tempo reale, crea coinvolgimento e permette di includere anche chi non è fisicamente nella sala conferenze.

Esperienza
Ogni evento deve essere in grado di creare un'esperienza. Oramai quasi una frase fatta che però rende molto bene l'idea, più di ogni altra, su come il mondo degli eventi (e del marketing) sia definitivamente cambiato. Qualche anno fa forse parlare di esperienza era qualcosa di “strano”, era per chi voleva per forza sentirsi innovativo. Ora è un termine che, anche nella meeting industry, non ha più bisogno di essere spiegato. Così come nelle pubblicità non si parla più del prodotto in senso stretto ma dell'esperienza generata dal prodotto stesso, così gli eventi dovranno continuare a emozionare, far vivere momenti, essere indimenticabili.

Tecnologia
Chi fa il meeting planner non ha scuse: deve essere sempre aggiornatissimo in termini di tecnologia. L'evento bello è quello che utilizza la tecnologia migliore, la più sofisticata? Potrebbe essere vero, ma solo se viene utilizzata bene. E se il budget è ridotto, si potranno utilizzare tool gratis per rendere più creativo l'evento. Wearable device, realtà aumentata, App, strumenti social: il meeting planner deve restare informato su tutto, anche se non utilizzerà mai tutti i tool disponibili sul mercato. Ma soprattutto, è importante avere la consapevolezze di quali sono le tecnologie che davvero possono fare la differenza in termini di efficienza e supporto effettivo. 

E così, aspettando insieme il nuovo anno, è giunta l'ora di augurare a tutti Buon Natale e soprattutto Buon 2017!