2573

Location
per eventi

11970

Sale
meeting

287

Agenzie
e servizi

10179

Articoli
e recensioni

Gli errori delle strutture congressuali nella comunicazione digitale

Gli errori delle strutture congressuali nella comunicazione digitale

Oggi il digitale è fondamentale per ogni mercato, soprattutto nel Mice, dove sempre di più le aziende ricercano soluzioni di ospitalità e servizi correlati al congressuale sul web. La struttura ricettiva in target con questo mercato deve pertanto esporre in maniera chiara la propria offerta dedicata e promuoverla al meglio sfruttando tutte le leve del digital marketing in maniera coerente.

È fondamentale, per le strutture, prevedere una sezione dedicata al segmento Mice sul proprio sito web, ben separata dai restanti servizi puramente "leisure" dell'hotel. I visitatori che ricercano soluzioni per un'evento o un meeting sono completamente differenti rispetto a coloro che cercano l'hospitality pura. Proprio per questo motivo, molte strutture ricettive che lavorano con il Mice creano addirittura un sito web dedicato dove espongono tutte le soluzioni ed i servizi disponibili, separando quindi in maniera netta i due target di clientela.

Anche le comunicazioni fatte online - penso soprattutto ai canali social - devono utilizzare linguaggi e tone-of-voice completamente differenti a seconda del segmento di mercato a cui si sta comunicando. Stesso discorso vale per l'e-mail marketing, dove purtroppo in Italia siamo molto carenti: non ha alcun senso mandare e-mail relative alle sale meeting a tutti i clienti dell'hotel, i due segmenti vanno tenuti ben distinti. Semmai può avere senso il contrario, ma va valutato caso per caso, ovvero inviare comunicazioni relative ai servizi leisure della struttura a coloro che sono interessati al Mice (es. centro benessere, spa, etc..), vista la costante crescita del turismo cosiddetto "bleisure" negli ultimi anni.

I 5 errori più comuni delle location nella comunicazione digitale

1. Comunicare poche informazioni sulla location
A volte alcune strutture forniscono poche informazioni sulla location, a livello di spazi, di modularità delle sale meeting, sulla disposizione, sugli allestimenti ecc., rimandando ad un contatto diretto con il reparto sales per tutti i dettagli. Questo è profondamente sbagliato: si deve comunicare tutto il possibile ed anche di più. Sulle pagine web via libera quindi a planimetrie, foto ad alta risoluzione, possibili allestimenti, servizi disponibili e via dicendo: più informazioni ci sono e meglio è.

2. Applicare tariffe fisse
Questo più che un errore di marketing è un errore gestionale. Le sale meeting, come le camere dell'hotel, sono un bene deperibile, quindi dovrebbero essere applicate strategie di revenue management tese ad aumentare l'occupazione e la redditività degli spazi.

3. Non usare i social o utilizzarli male
Si, è vero che il turismo leisure è più bello da raccontare sui social, ma anche il congressuale ha parecchia importanza. Quindi sarebbe opportuno e consigliabile inserire sui canali social le immagini delle sale gremite durante un evento oppure dei partecipanti al grande congresso che si sta svolgendo presso la struttura. È ovviamente necessaria l'autorizzazione da parte dell'azienda organizzatrice, ma questo permette di comunicare in real-time quello che sta succedendo nella struttura e stimolare il famoso engagement di cui si sente parlare così di frequente.

4. Non fare attività di marketing online
Molto spesso le strutture ricettive decidono di non investire nel marketing digitale per il congressuale, ritenendo che ci siano altri modi più efficaci per entrare in contatto con i potenziali clienti. Questo non è vero, e lo dicono i dati. Ogni mese ci sono migliaia e migliaia di professionisti che attivamente ricercano soluzione per meeting, congressi e programmi incentive sui motori di ricerca, quindi è fondamentale essere visibili sul web per intercettare questa domanda esplicita. E’ quindi necessario implementare strategie di SEO (Search Engine Optimization), attivare se necessario campagne pubblicitarie Pay Per Click (Google AdWords, ad esempio), o essere presenti sui siti specializzati che offrono un motore di ricerca dedicato, primo tra tutti quello di MeetingeCongressi.com, che sono meglio posizionati e i più utilizzati dagli organizzatori per queste ricerche. Le persone cercano online, perché non farsi trovare?

5. Non gestire la web reputation
Questo è un altro grande punto debole di tante strutture italiane: ignorare o gestire male la propria reputazione online. È fondamentale gestire bene la reputazione online della struttura, rispondere tempestivamente alle eventuali criticità che si possono verificare durante l'evento e proporre una soluzione. L'obiettivo della gestione della web reputation dovrebbe essere quello del miglioramento continuo. Non esistono strutture perfette, ognuna ha o può avere delle criticità, quindi le recensioni dei clienti vanno valutate come un modo per migliorarsi, cercando di soddisfare le aspettative e, nei limiti del possibile, di superarle.


*Armando Travaglini è il fondatore di Digital Marketing Turistico, una società di consulenza nel marketing digitale per il settore dell’hospitality. È stato relatore nei principali eventi italiani dedicati al settore, collabora con Federalberghi e con le principali associazioni di categoria, è docente in diverse Università ed enti di formazione ed all'interno dei Master organizzati dallo IED e da Ninja Academy. Ha scritto due libri: "Digital Marketing Turistico e Strategie di Revenue Management per il settore ricettivo" e "Hotel Digital Marketing", pubblicati da Edizioni LSWR.