2608

Location
per eventi

12093

Sale
meeting

303

Agenzie
e servizi

10462

Articoli
e recensioni

Bilancio di fine anno: 10 domande da farti se sei un event planner

Bilancio di fine anno: 10 domande da farti se sei un event planner

Un altro anno sta giungendo al termine e come sempre è tempo di bilanci. Guardandoti alle spalle cosa vedi, meeting planner? Probabilmente un anno di corse, stress, riunioni, spostamenti, e naturalmente tante soddisfazioni

Ma perché non concederti qualche minuto per fare un vero e proprio bilancio del tuo anno lavorativo? Un momento in cui pensare ai successi e agli errori, ai giorni indimenticabili e a quelli che vorresti dimenticare. Per gioco, ma anche perché riflettendo si cresce professionalmente, ti proponiamo una checklist di 10 domande per il tuo bilancio di fine anno da meeting planner.

La checklist del meeting planner per fare il bilancio di fine anno

1 - Qual è stato il tuo momento lavorativo più felice?

Un momento che ti ha ripagato di tutti gli sforzi fatti, delle sere passate lavorando, di briefing dal quale sei uscito con soli punti di domanda e che ti ha stampato in faccia il più grande dei sorrisi.

2 - Qual è l'errore più grande che hai commesso al lavoro?

I bilanci servono anche a questo, a imparare dai propri errori. Segnati sul foglio tutti quelli che hai commesso quest'anno nel tuo lavoro, dal più grave al meno grave, e cerca di ricordare perché hai sbgliato, se c'era un modo diverso di affrontare la cosa o se nonostante tutto rifaresti le stesse scelte.

3 - In cosa ti senti migliorato rispetto a 365 giorni fa?

Fai un salto nel passato, esattamente al meeting planner che eri un anno fa. Ti senti cresciuto professionalmente?

4 - Ti sei divertito?

Per molti il lavoro non è esattamente sinonimo di divertimento, ma chi sceglie di fare dell'organizzazione di eventi il proprio mestiere sa di andare incontro a un lavoro faticoso... ma anche divertente! Nel tuo anno quanto ti sei divertito? 

5 - Che cosa ti ha messo maggiormente in crisi?

Un dubbio, un tentennamento, un momento in cui hai pensato di non farcela... e poi naturalmente ce l'hai fatta. Pensare a come stavi pima di un evento "difficile" ti può aiutare ad avere fiducia in te la prossima volta che penserai di non essere all'altezza.

6 - Ci sono state persone con le quali hai lavorato particolarmente bene?

Il lavoro del meeting planner è fatto di relazioni e anche nel prossimo anno assicurati di lavorare con persone che stimi e con cui ti piace collaborare. O almeno provaci!

7 - Hai mai pensato durante quest'anno di avere sbagliato lavoro?

Scegliere il lavoro giusto rende felici, ma i dubbi vengono a tutti prima o poi. Se ti sei fatto questa domanda, non c'è nulla di male. L'importante è che alla domanda "ho sbagliato lavoro?'" tu abbia risposto no!

8 - Cosa vorresti dimenticare di quest'anno?

I momenti duri fanno crescere, d'accordo, ma a volte è meglio lasciarseli completamente alle spalle. 

9 - Cosa invece ricorderai per sempre?

Un esercizio simpatico che dovremmo fare tutti è quello di annotarci i momenti più significativi del nostro lavoro. Rileggere quelle righe nei periodi più difficili può essere d'aiuto a ricordarci perché abbiamo scelto la nostra professione.

10 - Si guarda al passato per immaginare il nostro futuro: come ti vedi tra 365 giorni?

Fai una wish list per il tuo nuovo anno lavorativo, la potrai rileggere tra 12 mesi e verificare come è andata!