2610

Location
per eventi

12142

Sale
meeting

309

Agenzie
e servizi

10545

Articoli
e recensioni

Il meeting planner va in vacanza: come prepararsi e cosa fare

Il meeting planner va in vacanza: come prepararsi e cosa fare

“L’unica regola del viaggio è non tornare come sei partito. Torna diverso.” Anne Carson

 

L’estate è la stagione delle vacanze, dei viaggi, del relax. Se sei un meeting planner sai quanto una meritata pausa potrà giovare alla tua salute e al tuo benessere: le agogniate vacanze si avvicinano anche per te, ma tu sei pronto?

I preparativi per la partenza potrebbero essere, paradossalmente, molto stressanti – tanto quanto il tuo lavoro – e il rischio di non approfittare appieno di un periodo di stacco dalla routine quotidiana è sempre presente. 

Meglio allora arrivare preparati al periodo vacanziero e porsi nelle condizioni di ottenere il massimo.

Perché, per un meeting planner, tornare cambiato da un viaggio – o da una semplice vacanza – può essere determinante per affrontare un nuovo duro anno di lavoro, anche quando il cambiamento significa "semplicemente" tornare riposato.

Meeting planner in partenza 

1 – Stringi i denti, è quasi fatta!

Quando la data della partenza si avvicina può capitare di dovere aumentare i ritmi lavorativi. Resisti, è per una giusta causa: le tue vacanze! 

2 – Lascia tutto in ordine: colleghi, collaboratori e staff in tua assenza devono sapere come comportarsi e come portare avanti i lavori che necessariamente lascerai in sospeso. Questo per almeno due buoni motivi:

  • eviteranno di disturbarti mentre sei sotto l’ombrellone
  • tu sarai più tranquillo perché sai che le cose possono andare avanti, se necessario, anche se non ci sei per qualche giorno. 

3 – Parola d’ordine: checklist! Chi più di un meeting planner è fanatico delle checklist? E allora perché non approfittarne anche per le tue vacanze? Checklist per non dimenticarsi nulla mentre prepari la valigia, checklist per l’ultimo giorno di lavoro, ecc…

 

In vacanza

 Poi ce l’hai fatta. Sei partito. E ora? Non ti resta che trarre il massimo dalle tue giornate di meeting planner in vacanza.

1 – Lascia organizzare agli altri. Dopo un anno in cui non hai fatto altro, lasciati guidare: lascia che siano gli altri a occuparsi di escursioni, attività, cene e aperitivi…

2 – Cambia ritmi. La tua vacanza dovrebbe essere più “slow” possibile! Prenditi tempo per oziare, per non fare nulla o quasi, per leggere un libro o per passeggiare senza meta… Dopo mesi e mesi passati a raggiungere obiettivi ci vuole! 

3 – Decluttering vacanziero: poche cose, ma buone. Ovviamente il suggerimento è quello di spegnere lo smartphone (almeno per qualche ora al giorno!) ma anche di ricrearti un’oasi di benessere mentale lontano dai pensieri legati al tuo lavoro. Perché prima o poi le vacanze finiscono, e dovrai aspettare un altro anno per vivere il privilegio di una (lunga) vacanza estiva!