2601

Location
per eventi

12115

Sale
meeting

311

Agenzie
e servizi

10594

Articoli
e recensioni

Migliorare le competenze trasversali: come fa il meeting planner

Migliorare le competenze trasversali: come fa il meeting planner

Ci sono le competenze professionali, quelle che vi qualificano come organizzatori di eventi e che affinate con perizia e impegno durante la vostra carriere. E poi ci sono le competenze trasversali, ovvero quel bagaglio di caratteristiche personali che incidono sul vostro comportamento in ambito lavorativo.

Sono le cosiddette soft skill che dovete avere anche nel vostro ruolo di meeting planner. Ma anche se si tratta di “qualità” che riguardano la vostra persona, il vostro carattere, sono comunque migliorabili, costantemente. E non senza risultati concreti. 

I corsi per migliorare le soft skill

Allenare le proprie caratteristiche personali può essere dunque una questione di esercizio. Saper gestire i rapporti con i colleghi, con il proprio team o con i fornitori, comunicare in maniera efficace, sapere gestire le emozioni e i conflitti non sono abilità secondarie per i professionisti dell’organizzazione eventi. Esistono corsi ad hoc su questi temi, ma se fate i meeting planner potreste scegliere di approfondire uno o più aspetti specifici.

Quali corsi potrebbero esservi utili nel vostro lavoro da questo punto di vista?

  • corsi di public speaking: sapete benissimo che parlare in pubblico è un’arte. Quando scegliete un moderatore sapete selezionarlo tra i più coinvolgenti, acuti e disinvolti. Ma se foste voi al suo posto? L’organizzatore di eventi è abituato a lavorare “dietro alle quinte”, ma quanta consapevolezza di sé vi serve per fare bene il vostro lavoro? Un corso di questo tipo vi può aiutare ad avere più controllo sulla vostra gestualità, sul modo in cui vi proponete. Come dice Roberto Rasia dal Polo nel suo libro: ““I trucchi della comunicazione efficace”, la gentilezza crea fatturato.
  • corsi di conversazione in lingua straniera: conoscere l’inglese e possibilmente qualche altra lingua fa parte delle competenze professionali, e siamo d’accordo. Ma se non vi capita spesso di conversare in una lingua che non sia l’italiano, potreste cogliere l’occasione per aumentare la vostra “fluidità” nella lingua prescelta, accrescendo al contempo la vostra sicurezza. Parlare in una lingua straniera è un problema per alcuni, e non per le sue competenze linguistiche…
  • corsi di digital PR e social media : non tutti possono o devono fare tutto. Per le digital PR di un vostro evento potete (dovete) affidarvi a un professionista. Ma comprendere come funzione e anche applicarvi in prima persona vi mette nelle condizioni di fare network, anche digitale, imparare a dire la vostra al momento giusto nel contesto giusto, a individuare meglio i vostri interlocutori
  • corsi di scrittura creativa: non ci vuole grandi abilità di scrittore per scrivere un invito a un evento? Giusto? Sbagliato! Ma se è il marketing che ve lo insegna, potreste anche prendere la questione alla larga e buttarvi su qualcosa di più “artistico” che aumenti le vostre capacità di gestire i contenuti. E poi, potreste anche decidere, a fine carriera, di scrivere le vostre memorie di meeting planner…
  • corsi di yoga: lo yoga insegna a rilassarsi, invita alla meditazione, e alla consapevolezza di sé. Tutte competenze utili per chi organizza eventi. E anche un modo per provare di persona qualcosa che magari vi trovate a proporre come attività legate al wellness hper gli eventi che organizzate.