2609

Location
per eventi

12138

Sale
meeting

311

Agenzie
e servizi

10679

Articoli
e recensioni

Caro Babbo Natale: lettera del meeting planner a Santa Claus

Caro Babbo Natale: lettera del meeting planner a Santa Claus

Caro Babbo Natale, sono stato un meeting planner buono quest’anno… Anche quando siamo adulti, la tentazione di scrivere a Santa Claus per farci portare qualche dono che ci sentiamo di esserci ‘meritati’ non manca. Quel bel vestito che abbiamo visto in vetrina, quello smartphone di ultima generazione, quell’orologio che sì, al vostro polso starebbe davvero d’incanto…

A Natale manca un mese, è vero, ma non è questo il tempo giusto per stilare la nostra lista dei desideri e naturalmente... spedirla a Babbo Natale?

Certo, se siete organizzatori di eventi sono ben altri i vostri desideri... nella vostra wishing list non c’è posto per oggetti preziosi o tecnologici, abiti lussuosi… o meglio, per quelli un posticino si trova sempre, ma non sarà nella vostra top ten. Perché?

Perché quello che l’event planner desidera (e chiede a Babbo Natale) è tutto ciò che serve per fare bene il proprio lavoro… e sopravvivergli!

Lettera a Babbo Natale: la top ten dei desideri (in ordine sparso)

1 – Fornitori che rispettano le scadenze. Organizzare un evento è tutta una corsa, un ingranaggio che non dovrebbe mai intopparsi, e scadenze non rispettate sono una vera maledizione.

2 – Clienti che sanno spiegare quello che vogliono. Sì, lo ribadiamo. Un bel regalo per l’organizzatore di eventi è ricevere in dono un briefing fatto bene!

3 – Il sole. Non esiste evento al mondo che non dipenda dalle condizioni metereologiche, giusto? Perché con la pioggia i partecipanti sono più pigri negli spostamenti, e perché piove sempre quando avete allestito il dehors della location…

4 – Partecipanti comprensivi. Ok, basterebbe dire almeno ‘equilibrati’, sì insomma che non danno giù di testa se il letto nella camera che gli avete riservato non è disposto verso sud perché sono fanatici di Feng Shui…

5 – Tanti eventi da organizzare. Sì, tanti nel numero giusto perché il 2019 sia un anno di grandi soddisfazioni.

6 – Tempo. Avere tanti eventi da organizzare, ma non avere la possibilità di gestirli al meglio, magari perché le richieste arrivano all’ultimo momento, sarebbe addirittura controproducente…

7 – Tempo libero. Va bene il lavoro, va bene che gli organizzatori di eventi dicono di sé di fare il mestiere più bello al mondo, ma lo stress, lo sappiamo, e i ritmi frenetici tolgono persino il sonno…

8 – Un magic team. Quello, cari organizzatori, dovreste procurarvelo da soli, puntando su competenze professionali e competenze trasversali di chi scegliete, perché anche sapere scegliere è una competenza, e non da poco…

9 – Una bacchetta magica. E chi non la vorrebbe? E chiederla, non costa nulla…

10 – Un vocher per la spa…  va bene, se bacchetta magica non potrà essere, almeno un’entrata gratis alla vostra spa preferita… ma va bene anche una qualsiasi, tanto chissà, cari meeting planner, quando troverete il tempo di andarci!