2519

Location
per eventi

11573

Sale
meeting

266

Agenzie
e servizi

9671

Articoli
e recensioni

Lego Serious Play, i mattoncini anche nel settore medico-scientifico

Lego Serious Play, i mattoncini anche nel settore medico-scientifico

«Sono felice di aver dato un contributo alla applicazione di format nel mondo della formazione medico-scientifica italiana. L’utilizzo dei mattoncini rende più semplice la comprensione e dunque la soluzione di temi complessi. È un linguaggio comune che chiunque può̀ utilizzare e garantisce la partecipazione dell’intero gruppo. In questo senso, è un bene che le aziende di un settore chiave quale quello pharma se ne servano per le proprie dinamiche interne. Focalizzarsi sui mattoncini e non sulle persone facilita la discussione e la negoziazione riducendo il peso dei conflitti personali. Le soluzioni ci sono, bisogna solo farle emergere. In azienda come nella vita».

Questo il commento di Maddalena Milone, titolare della event agency italiana Meeting Planner, che è intervenuta con un collegamento in diretta durante il community meeting di Lego Serious Play che si è svolto di recente in Danimarca, per raccontare una best practice in ambito medico-scientifico che ha visto l'implementazione della metodologia nell'industria farmaceutica italiana.


Che cosa è Lego Serious Play
Si tratta di un metodo scientifico per creare strategie in tempo reale che utilizza proprio i mattoncini e gli elementi Lego per aiutare le persone a 'pensare attraverso le dita'.Spesso usato in eventi di team building, incontri e workshop, in cui vengono discussi temi complessi e dove le decisioni devono essere costruite, condivise e sostenute da tutti coloro che partecipano, può essere utile per consentire alle persone di lavorare insieme sulla costruzione di modelli di business, la pianificazione e la formazione e lo sviluppo dei team. Inoltre è stato particolarmente efficace anche in caso di acquisizioni e fusioni, branding, per migliorare l’efficacia operativa e l’analisi competitiva.

Di solito un workshop è gestito da un facilitatore che imposta la sfida e fissa i tempi. La sfida impostata dal facilitatore è generalmente una domanda aperta legata all’obiettivo del workshop e ogni partecipante risponde costruendo un modello 3D con i mattoncini Lego. Successivamente ognuno racconta la storia associata al suo modello agli altri, che possono fare domande solo sul modello, dando origine a una discussione.

Oltre al caso presentato a Billund Meeting Planner e il facilitatore Fabrizio Faraco hanno realizzato nel 2016 diversi workshop in ambito medico, coinvolgendo i medici di base, gli specialisti e gruppi misti. Per il 2017 ne sono in programma già altri.

Photo Credits: Jordan Fischer - Flickr.com