2610

Location
per eventi

12144

Sale
meeting

311

Agenzie
e servizi

10683

Articoli
e recensioni

India, il benessere degli incentive

India, il benessere degli incentive India, il benessere degli incentive India, il benessere degli incentive

INDIA TOURISM MILAN

Udaipur, la città dei laghi e dei palazzi di marmo bianco, poi Ladakh la terra dei Lama, la spettacolare città-fortezza di Jaisalmer, o Varanasi, il cuore spirituale del Paese, poi Kulu, la valle degli dei, oppure l’arcipelago delle Laccadive, paradiso di atolli di cui solo undici abitati. Senza dimenticare Goa, con i suoi cento chilometri di sabbia bianca.

Sono alcune delle innumerevoli proposte dell’India, direttrici di unicità che caratterizzano gli eventi che qui trovano coreografie sempre nuove. Soprattutto gli incentive, più che mai gratificanti - e quindi di successo – se si scelgono “l’India ayurvedica” e “l’India dello yoga”: un benessere a tutto tondo, un viaggio nell’anima dell’India che porta alla realizzazione di sé.

Ayurveda e yoga per il Mice

L’Ayurveda è un ottimo antidoto contro la stanchezza fisica, mentale e spirituale. Per questo gli incentive incentrati sulla “scienza della vita” si rivelano vincenti e culla della sapienza ayurvedica è il Kerala, stato dell’India sud-occidentale e con una natura rigogliosa che coinvolge tutti i sensi. L’offerta indiana per incentive all’insegna della millenaria ed efficace ayurveda comprende anche resort sulla spiaggia e navigazioni fra le backwaters - rete di laghi e di lagune salmastre -, il tutto scandito da ritmi di vita a tutto relax. E dopo l’ayurveda, ecco lo yoga: in India la meeting industry può conciliare salute e benessere e lo scopo dello yoga, infatti, è l'autorealizzazione e per questo rappresenta uno fra i più interessanti temi degli incentive.

Capitale mondiale di yoga e meditazione è Rishikesh, nello stato dell’Uttarakhand, sulle rive del fiume Gange e alle pendici dell'Himalaya.

Rishikesh è circondata da montagne verdi in uno scenario naturale adatto a conferire quel senso di raccoglimento che la meditazione richiede. L'ingresso alla città è dominato da due spettacolari ponti sospesi in ferro, il Ram Jhula e il Lakshman Jhula, ed entrambi conducono al centro urbano dove si trova la comunità spirituale di Swarg Ashram: un percorso di due chilometri costellato di templi e santuari, tra cui il Trayambakeshwar, il più famoso, soprattutto per le sue dimensioni.

Incentive in puro stile “Incredible India” comprendono il rituale del bagno purificatore nel fiume Gange, a cui si può assistere sia all’alba sia al tramonto.

Nella top ten delle città che accolgono incentive a tutto yoga vi sono anche Delhi, seguita da Pune - una delle aree urbane più verdi del Paese -, Calcutta, Mumbai – elisir indiano, nel quale il Mice trova passato e futuro intrecciati – e Chennai, soprannominata “la città dei colori e delle emozioni”.