3213

Location
per eventi

14494

Sale
meeting

340

Agenzie
e servizi

11112

Articoli
e recensioni

Comunicazione, il governo è maker?

Comunicazione, il governo è maker?

COME SI EVOLVE IL MODO DI COMUNICARE

Nell’ambito della Settimana della Comunicazione 2012 si è svolto il convegno dal titolo: «Il Governo è maker?», un workshop sul ruolo del Governo e dei Ministeri come “maker” per far sentire le istituzioni vicine alle nuove esigenze dei cittadini, sulle iniziative intraprese e le soluzioni per il futuro.

L’incontro è stato moderato da Stefano Epifani dell’Università La Sapienza di Roma, e hanno partecipato Giuseppe Manzo, capo del servizio per la stampa e la comunicazione del Ministero Affari Esteri, Serenella Ravioli, responsabile comunicazione istituzionale del Ministero dell’Interno, Emanuele Cigliuti, ufficio stampa del Ministero dello Sviluppo Economico, Infrastrutture e Trasporti, Guido Schwarz, portavoce del ministro al Ministero dell’Istruzione, Università, Ricerca, e Roberto Basso, Consigliere per la Comunicazione del Ministro, Ministero Coesione Territoriale.

“Siamo tutti maker” è tra l’altro il tema dell’edizione 2012 della Settimana della Comunicazione, in corso a Milano in questi giorni, con cento eventi in calendario.  Il tema parte dalla riflessione che “se fino a ieri le redini del progetto erano saldamente nelle mani di chi la comunicazione la pensa e la produce, oggi i modelli della rete e della reciprocità stanno ridisegnando lo scambio di informazioni e contenuti” come si legge nel sito di presentazione.   Open journalism, self book, blog, crowd creativity, foto e video maker, social web tv rendono “maker” gli “user”, cioè gli utenti finali.

Ecco allora che in parallelo le città diventano luoghi di eventi diffusi, costanti, e i professionisti del settore non possono ignorarlo: il monito è quello di “ridefinire il proprio ruolo, assumersi nuove responsabilità e capire dove e come far sgorgare nuove sorgenti di business”.