3019

Location
per eventi

13842

Sale
meeting

330

Agenzie
e servizi

10915

Articoli
e recensioni

UNI ISO 20121:2013: come funziona la norma per eventi sostenibili

UNI ISO 20121:2013: come funziona la norma per eventi sostenibili

Sempre più aziende sono sensibili alle cosiddette pratiche sostenibili, a quelle pratiche cioè che hanno come obiettivo il rispetto ambientale, ma anche buone abitudini a livello economico e sociale.  

Anche il mondo degli eventi da tempo guarda a modelli sostenibili sviluppando metodi organizzativi, adottando scelte volte per esempio al risparmio energetico e promuovendo iniziative di riciclo. Se tutto è di fatto lasciato alla libera iniziativa (e a essere molto onesti il modello cosiddetto green resta in Italia un'opzione non sempre valorizzata) vero è che per chi lo desidera è possibile certificare il proprio evento secondo standard internazionali. Di cosa si tratta? Della ISO 20121, norma internazionale da qualche tempo disponibile anche in Italia come UNI ISO 20121:2013.

Della norma se ne è parlato di recente in occasione del seminario UNI ISO 20121: responsabilità ambientale e progresso sociale negli eventi organizzato dall'associazione Federcongressi&eventi a Milano, presso Palazzo Mezzanotte. “Investire nella certificazione secondo la UNI ISO 20121:2013 è fondamentale sia per acquisire vantaggi competitivi sia per contribuire in prima persona e in maniera concreta alla valorizzazione e tutela dell’ambiente e delle tipicità culturali delle destinazioni nelle quali si svolgono gli eventi” ha commentato la Delegata Regionale Lombardia di Federcongressi&eventi Gabriella Ghigi, introducendo il seminario.

UNI ISO 20121:2013: cos'è e a cosa serve
UNI ISO 20121:2013 è la norma che definisce gli standard a cui ci si deve attenere al fine di vedere certificato il proprio evento come sostenibile dal punto di vista ambientale, sociale ed economico nelle fasi di progettazione, gestione e realizzazione. La norma è applicabile in Italia a qualsiasi tipo di evento, previa dimostrazione – su base volontaria – della conformità alla norma stessa. Questa verifica viene effettuata in tre fasi: in una prima fase di verifica con un auditing interno, in una seconda fase di controllo e in una terza fase in cui vengono coinvolti gli enti di certificazione. Pur non essendo obbligatoria, la certificazione UNI ISO 20121:2013 dà visibilità soprattutto presso quelle platee internazionali più sensibili al tema della sostenibilità.
Secondo Walter Bertozzi, Market Development Manager - Sustainability dell'organismo accrediato per la certificazione Certiquality, che nel corso del seminario di Federcongressi&eventi ha illustrato la struttura e gli esempi di applicazione della norma: “Anche in Italia l’attenzione al tema della sostenibilità è un trend in costante crescita non solo nella società civile ma anche nel mondo delle imprese e, per questo, chi opera nel settore degli eventi non deve correre il rischio di farsi trovare impreparato: non tarderà ad arrivare il momento in cui la certificazione secondo la UNI ISO 20121:2013 diventerà un requisito pressoché indispensabile per partecipare alle gare”.

Chi può richiedere la UNI ISO 20121:2013
La certificazione può essere richiesta dagli organizzatori (es. agenzie, PCO), dalle location e dai fornitori di servizi (es. catering). Da tenere presente è che “tecnicamente” non è l'evento a essere certificato, bensì l'intero processo di gestione dell'evento: l'organizzatore deve creare una catena di fornitura virtuosa, l'approvvigionamento deve essere sostenibile compresa la garanzia in termini di contratti equi. Creare una catena certificata 20121:2013 diventa dunque utile per l'organizzatore così da “allegerirsi” il compito nella richiesta di certificazione.

Esempi di eventi/organizzatori/location certificati
Il primo grande evento a essere certificato secondo la norma ISO 20121 (quella internazionale) sono state le Olimpiadi di Londra del 2012. In Italia eventi come Expo 2015, il Festival MITO 2014-2015. Tra i promotori è certificato secondo la norma il Comune di Ferrara e come fornitore Coca Cola UK. Presenti al seminario di Federcongressi&eventi come case history di applicazione della UNI ISO 20121:2013 sono stati Riva del Garda Fierecongressi (presentato da Alessandra Albarelli, Congress Manager) come location e Triumph Group International come organizzatore (presentato da Veronica del Fiacco, Head of Operations Milan Office).
(testo di Alessandra Boiardi)