3116

Location
per eventi

14162

Sale
meeting

340

Agenzie
e servizi

10979

Articoli
e recensioni

Come organizzare un corso di formazione professionale

Come organizzare un corso di formazione professionale

La formazione dei dipendenti è uno degli aspetti più importanti per un’azienda, imprescindibile per quelle organizzazioni che devono restare competitive in settori in cambiamento, e più in generale necessaria soprattutto alla luce di quella che viene universalmente chiamata la “digital transformation”. 

L’aggiornamento è una condizione obbligatoria anche per i liberi professionisti, e per gli uni come per gli altri partecipare a un corso di formazione costituisce in ogni caso un impegno notevole, sia dal punto di vista dell’impegno di tempo delle risorse sia per quanto riguarda naturalmente l’impegno economico.

Ecco perché la qualità dei contenuti, la loro efficacia e pertinenza sono fondamentali. Ma se state organizzando un corso di formazione ci sono altri aspetti non meno importanti, e anche quelli che a prima vista possono essere considerati dettagli possono fare la differenza quando si tratta di un corso di formazione. 

Domande da porsi prima di organizzare un corso di formazione

 
- Quale è l’obiettivo del corso?
- Quali sono gli argomenti che verranno trattati?
- Chi sono le persone più adatte in azienda per partecipare al corso?
- Quando organizzarlo?
- Quale è la durata necessaria?
- In quale location organizzarlo?
- Quali dotazioni tecnologiche servono?

Location per corsi di formazione

Naturalmente la scelta della sala è fondamentale, e non è certo un dettaglio. A seconda delle esigenze, le caratteristiche da tenere in considerazione sono di carattere logistico – la sede del corso deve essere comoda da raggiungere per i partecipanti – e tecnico – servono tutte le dotazioni necessarie a svolgere il corso, dal wi-fi alle esigenze più specifiche. Per quanto riguarda invece le caratteristiche architettoniche, naturalmente la presenza di luce naturale può fare la differenza, soprattutto se si tratta di un corso che dura un intero giorno, ma anche le dimensioni, che non dovranno essere né ridotte rispetto al numero di partecipanti né troppo abbondanti, per evitare un senso di dispersione.

Come allestire la sala per la formazione 

Se luci, sedute e dimensioni della sala possono fare la differenza, anche l'allestimento dipende dal tipo di corso e da come il formatore farà la sua presentazione. 

Come scegliere il format 

 
La tipologia classica è quella che prevede uno o più formatori, a seconda della durata del corso, che può essere diviso a moduli. Tra i consigli pratici, assicuratevi che i formatori sappiamo coinvolgere i partecipanti facendo loro domande, prevedendo una rapida presentazione di ognuno se il numero di partecipanti lo permette. Prevedete inoltre esercitazioni pratiche, molto apprezzate sia perché i partecipanti possono partecipare in maniera attiva (e quindi non annoiarsi) sia perché sono utili per verificare in maniera diretta il grado di apprendimento. Un format di una giornata intera deve inoltre prevedere delle pause,  a metà mattina e a metà pomeriggio per un rapido coffee break, e un lighy lunch. 
Attenzione, perché molti corsi lasciano liberi i partecipanti durante le pause, che finiscono col vagare alla ricerca di un bar o di un posto dove pranzare. Il nostro consiglio è invece quello di organizzare anche le pause - magari con un piccolo aumento del costo del corso - per aumentare il coinvolgimento, non disperdere i partecipanti, e creare occasioni di networking. 
Durante le presentazioni il formatore dovrebbe inoltre fare esempi concreti che catturino l’attenzione e alternare le attività per mantenere alta l’attenzione dei partecipanti.

Format per congressi medici

Nei programmi del sistema Ecm dei congressi medici per esempio si distinguono i corsi residenziali (Res), quelli cioè che vengono effettuati in aula, dai corsi a distanza (Fad), tra cui per esempio quelli in e-learning.
 

Come coinvolgere i partecipanti

Tutti sappiamo come l’attenzione di una platea cala dopo circa 20 minuti. Anche per un corso di formazione è indispensabile prevedere dunque un cambio di passo piuttosto spesso. Domande, lavori di gruppo, attività interattive sono tutti stratagemmi validi, ma ci sono format anche un po’ più fantasiosi. Si può per esempio pensare di proporre l’apprendimento attraverso la tecnica della gamification, mettendo ‘in gioco’ processi e nozioni per un più semplice apprendimento.
 

Come promuovere un corso di formazione

Se non è interno all’azienda, il corso di formazione deve anche essere promosso. Una volta definita location, relatori, data, location e menu bisogna sapere come raggiungere i possibili partecipanti.

In un altro articolo vi abbiamo spiegato come, da questo punto di vista, possono essere fondamentali azioni mirate di content marketing. Quello che serve è anche un sito o una landing page dell’evento che fornisce tutte le informazioni e permette di acquistarlo. Naturalmente possono essere utilizzati anche i social, per esempio creando una pagina evento su Facebook, ma anche scegliendo un hashtag e utilizzandolo su Twitter per ingaggiare e dare informazioni, senza dimenticare Linkedin