2960

Location
per eventi

13683

Sale
meeting

321

Agenzie
e servizi

10885

Articoli
e recensioni

Perché utilizzare (sempre più) video negli eventi e come contenuto digitale

Perché utilizzare (sempre più) video negli eventi e come contenuto digitale

Gli eventi e i video sono un binomio che corre su parallele diverse: negli eventi il video può essere declinato e utilizzato infatti in molti modi differenti e – soprattutto nell’era digitale – su molteplici canali, dai video da utilizzare durante l'evento a quelli da diffondere per mezzo dei social.

Come utilizzare un video: alcuni esempi

Pensate a un video emozionale che apre un evento: un video professionale dal forte impatto, con immagini che colpiscono, musica che appassiona, testo che convince. Perché farlo vedere soltanto una volta? Lo stesso video può essere reso fruibile – e cioè visionabile e condivisibile sui social – subito dopo l’evento, per moltiplicare l’effetto di emotività e partecipazione. Più diventa virale e più la vostra comunicazione ne guadagna. Questo - a meno di video dai contenuti strettamente riservati ai dipendenti di un'azienda - vale anche per un video utilizzato a una convention aziendale, anche se l'utilizzo virale deve essere deciso a priori per scegliere i giusti contenuti e la giusta forma. 

Naturalmente il video è anche quello live: come abbiamo già ribadito parlandovi dei trend 2019 del digital marketing, i live saranno preponderanti anche quest’anno e – al di là dei video fatti con tecnologie professionali – possono servire per fare engagement tra i partecipanti, soprattutto se il vostro budget vi permette di chiamare un influencer o un micro-influencer che racconti attraverso video in streaming il vostro evento.

Ma - come indica il brand journalism applicato al mondo degli eventi - un video potrebbe contenere anche l’intervista di un relatore prima del convegno stesso, oppure dei partecipanti dopo l’evento, da diffondere nel follow up via Intranet, sui social, via mail o app.

Ma perché i video hanno sempre una presa così efficace sul pubblico/utente?

Perché utilizzare i video

Sulle tipologie di evento e su come girarli potete seguire i consigli del nostro esperto. Ma quello che anche voi meeting planner dovete sapere è che nella vostra strategia di comunicazione dell’evento i video non possono mancare.

Ecco alcuni motivi per utilizzare i video.

  • I video sono molto più personali. Questo è vero soprattutto se “ci si mette la faccia”, ovvero se il messaggio che deve essere veicolato attraverso il video viene affidato direttamente a una persona: il presidente dell’azienda per un breve speech, un relatore importante a un congresso, e così via.
  • Li guardi quando vuoi. I video sono più immediati di qualsiasi altro contenuto e possono essere visti da mobile in qualsiasi momento, anche in metropolitana quando si rientra a casa.
  • Li guardi sempre. Per guardare un video non serve essere così concentrati, soprattutto se il contenuto è piacevole da vedere. Questo non significa che ce se ne dimenticherà l’istante dopo. Anzi, se particolarmente interessante, il video potrà essere rivisto più volte.
  • Potere emozionale impareggiabile: se ci riferiamo ai video contributi intesi come quelli che fanno “da tappeto” mentre i partecipanti prendono posto oppure, e soprattutto, il video reveal che “svela” la novità per cui l’evento è stato realizzato, non c’è altro strumento di comunicazione più efficace di un video fatto bene, con immagini, testo e musica che convincono.

Come utilizzare un video per promuovere un evento

Promuovere un evento può volere dire anche raccontarlo prima che avvenga. Come? Con video del backstage, della preparazione, con speech dei relatori e/organizzatori. Il video ha un potenziale molto potente grazie ad alcune sue caratteristiche, come quella che è più facilmente memorizzabile di altri contenuti.

Come girare un video live: alcuni consigli pratici

Se sarete direttamente voi a occuparvi del live del vostro evento, per esempio trasmettendolo sul vostro canale social, assicuratevi di mettere in pratica piccoli accorgimenti che potrebbero fare la differenza.


attrezzatura di base: costa poche decine di euro procurarsi un'attrezzatura basica da utilizzare con il vostro smartphone, che comprende un mini-cavalletto per tenere fermo il telefono durante la ripresa e un microfono che vi permette di rendere meglio l'audio del video. Questo diventa ancora più fondamentale per distogliere rumori di fondo che creerebero soltanto confusione nel caso il live fosse un'intervista o ci fosse in video comunque qualcuno che parla. 


video verticali o orizzontali? Fino a poco tempo fa la regola d'oro dei video girati con lo smarphone sembrava essere quella che escludeva in maniera categorica la possibilità di girarli in verticale, per la fruizione penalizzante. Più in generale è l'inquadratura orizzontale è da sempre l'unica presa in considerazione dalla cinematografia. Del resto, quanti guardano i video direttamente sul mobile, soprattutto se caricato su un social? E quanto girano in orizzontale lo smartphone? Nuovi standard non puniscono la visualizzazione in verticale. Perciò, i video verticali iniziano a essere accettati. 


occhio all'inquadratura: meglio fare delle prove prima di andare live, per esempio assicurandosi che l'inquadratura sia piena. Nel caso abbiate un soggetto in particolare da riprendere e nel caso fosse distante, meglio cercare di avvicinarsi il più possibile piuttosto che optare per lo zoom.