2947

Location
per eventi

13621

Sale
meeting

320

Agenzie
e servizi

10874

Articoli
e recensioni

Event Content Marketing: cosa è e come renderlo efficace

Event Content Marketing: cosa è e come renderlo efficace

Gli eventi sono sempre più una questione di contenuti. Anzi, si potrebbe addirittura dire che sono prima di tutto contenuto. Quello offline, ma non solo. Nell’era digital e dei social media infatti, produrre contenuti significa potere diffondere e amplificare l’evento online e raggiungere i potenziali partecipanti - ma anche coinvolgerli e fidelizzarli - attraverso diversi canali: blog, sito web, social.

Ma c’è un errore che viene commesso spesso, che è quello di pensare che – una volta fatto qualche post social, creato un sito con qualche informazione sull’evento e pubblicato qualche articolo generico sul blog – il resto venga da sé. No, le cose non sono così semplici e creare contenuti efficaci per un evento è un'attività che richiedere tempo, cura e dedizione.

Contenuti per gli eventi: cosa sono e a cosa servono

contenuti online che possono essere creati per promuovere e diffondere un evento sono diversi: testi, immagini, video, ma anche podcast e audio in generale. La narrazione del proprio evento infatti va distinta a seconda della fase, stabilendo per ognuna obiettivi specifici.

Contenuti prima dell'evento: i contenuti diffusi prima dell’evento servono per suscitare curiosità, aspettativa e generare autorevolezza. Si possono per esempio anticipare alcuni degli argomenti che verranno trattati durante l’evento sul sito, approfondirli senza anticipare troppo con articoli sul blog, attrarre l’attenzione con immagini e video sui social che svelano qualche curiosità del backstage.

Contenuti durante l’evento: per tutta la sua durata i contenuti vengono utilizzati per mantenere alto il coinvolgimento dei partecipanti, ma anche come cassa di risonanza all’esterno. Live twitting, pubblicazione di post e immagini, monitoraggio continuo dell’hashtag dell'evento, che si dovrebbe creare ad hoc o almeno riproporre di edizione in edizione, sono azioni indispensabili perché i contenuti vengano diffusi in maniera corretta e coerente con l’identità e la narrazione che avete scelto, ma anche - come vedremo tra poco - con il tono di voce. 

Contenuti post-evento: mantenere alta l’attenzione, rivivere l’emozione, raccontare l’esperienza. Sono diversi gli obiettivi che si possono raggiungere con il content marketing post-evento. Se avete già informazioni utili sulla (eventuale) edizione successiva, questa fase può diventare un'ottima occasione per qualche anticipazione e magari per promuovere biglietti early bird

Come creare contenuti online efficaci per gli eventi

1 - Apri un blog: aprire un blog oggi può sembrare un gioco da ragazzi. Ma non è così. Se poi il blog è finalizzato a diffondere contenuti per promuovere un evento, sono diversi gli errori che facilmente si possono commettere.  Ecco due consigli indispensabili per evitarli:

  • Crea un blog con largo anticipo: Google ci mette del tempo per indicizzare gli articoli e se il vostro intento è quello di farvi trovare sui motori di ricerca dai potenziali partecipanti attraverso gli articoli del vostro blog non potete pensare di aprire un blog poche settimane prima dell'evento stesso. Sarebbe tutta fatica sprecata. 
  • Evitare contenuti generali: se volete trovare il giusto pubblico, il vostro blog dovrà trattare argomenti specifici, contenere approfondimenti utili e possibilmente originali. Se il vostro evento parla di content marketing per esempio, pubblicate con regolarità contenuti inerenti: come si scrivono contenuti, quali scegliere, ecc. Sono invece da evitare gli articoli che riportano il programma dell’evento: l’autoreferenzialità non premia, e pensate che siete voi i primi a evitare letture che non vi interessano davvero.

2 - Stila un piano editoriale: se si tratta di contenuti, non c’è spazio per l’improvvisazione. Stilare un piano editoriale significa porsi degli obiettivi e creare coerenza tra tutti i contenuti – sito, blog, social, ecc. – perché la narrazione del vostro evento sia sempre coerente.

3 - Stila un calendario editoriale: fatto il piano editoriale, dovrete compilare il calendario editoriale, ovvero l’agenda delle pubblicazioni dei vostri contenuti. A questo proposito, potere organizzare le uscite programmandole con appositi tool per i social, e anche i CMS come Wordpress vi danno la possibilità di programmare le pubblicazioni, così che vi possiate organizzare e non lasciare nulla all'improvvisazione. Monitorate però gli analytics dei vostri post, siete sempre in tempo ad aggiustare il tiro in base ai risultati ottenuti in termini di visite, interazioni, ecc. 

4 - Rivolgiti a professionisti: l’abbiamo già detto, per una strategia di content marketing efficace per il vostro evento l’improvvisazione è il primo errore da evitare. Per la creazione di contenuti meglio rivolgersi agli esperti: blogger, copywriter, video-maker, comunicatori, social media manager, event content manager, fotografi, web-master.

5 - Non ignorare la SEO: se ne sente parlare sempre più spesso, ma cosa è la SEO? E cosa c'entra con gli eventi? Si tratta dell’acronimo di Search engine optimitation, ovvero l’ottimizzazione per i motori di ricerca. Se parliamo di contenuti online, significa rispondere il più esattamente possibile alle domande che si pongono gli utenti quando fanno una ricerca su Google. Lo spieghiamo con un esempio. Se il vostro evento si occupa di event content marketing, gli articoli del vostro blog dovranno rispondere il più precisamente possibile a tutte le domande che una persona interessata all’argomento può fare a Google per ricevere informazioni utili, a partire dalla definizione fino agli argomenti più specifici: cosa è l'event content marketing, come scrivere contenuti ottimizzati per il tuo evento, ecc. 

6 - Punta sulla qualità dei contenuti: i contenuti servono a raggiungere il vostro pubblico, ma per farlo dovrete essere una voce autorevole. Per questo, i contenuti che offrite dovranno essere di alta qualità, che significa utili, precisi, esaustivi.

7 – Scegli il giusto tono di voce: pensate se l’amministratore delegato di una grande azienda salisse sul palco della convention e iniziasse a parlare all’audience come se fosse davanti a una classe di bambini delle elementari. Sembrerebbe strano, no? La stessa cosa vale per i contenuti: identificare e raggiungere la giusta audience significa anche scegliere il giusto tono di voce: scherzoso, autorevole, serio, coinvolgente… purchè sia lo stesso del vostro evento.

 8 – Crea una community: abbiamo già detto più volte come i contenuti servono per intercettare la giusta audience per il vostro evento. Una volta intercettata però, inizia il lavoro vero, coinvolgerla. Una community numerosa e attiva è il miglior modo di aumentare la brand awareness e attrarre attenzione. Per fare questo sono diverse le azioni da compiere, per esempio alimentare in maniera regolare e con contenuti coinvolgenti le pagine social, scegliendo post che aiutino l'engagement, monitorare e mediare tutti i commenti al blog, lanciare contest digitali.