2947

Location
per eventi

13621

Sale
meeting

320

Agenzie
e servizi

10874

Articoli
e recensioni

Digital detox: cosa fare se siete organizzatori di eventi

Digital detox: cosa fare se siete organizzatori di eventi

State pianificando il prossimo evento e siete molto, ma molto concentrati. Ecco però che sul vostro smartphone arriva (l’ennesima) notifica. Che fate? La ignorate, pensando che la potrete leggere sempre più tardi.

Oppure, mollate tutto e la controllate subito. Se siete parte di coloro che non resistono e devono assolutamente leggere subito qualsiasi notifica arrivi sullo smartphone, oppure se siete tra chi invia mail di lavoro anche a mezzanotte o ancora tra chi controlla i social anche quando si alza per andare in bagno di notte, avete bisogno di un digital detox.

Si tratta di una cosa seria, pensate che esiste persino una malattia che si chiama FOMO, che in inglese sta per “fear of missing out” e indica cioè il timore di perdersi qualcosa online mentre siamo impegnati a… vivere.

E se la digital transformation ha cambiato il vostro lavoro di organizzatori di eventi, per certi aspetti migliorandolo decisamente, e anche nei compiti quotidiani, a partire dall’utilizzo di strumenti online gratuiti per organizzare meglio l’agenda di tutti i giorni, non dovete comunque ignorare le possibili conseguenze negative dell'impatto che la tecnologia ha avuto sui vostri comportamenti. 

Cosa è il digital detox

Per digital detox si intende un periodo – più o meno lungo – da passare lontano da smartphone, computer e tablet o meglio, lontano da chat, social ed e-mail. Questo per permettere di disintossicarsi letteralmente dalla malsana abitudine di controllare le notifiche, rispondere sempre in tempo reale, non staccare mai completamente dal lavoro, ma anche dai contatti personali.

Si tratta di un procedimento che vi potrebbe aiutare in periodi di stress elevato e quando avete bisogno (e potete permettervi) una pausa dalla tecnologia, ma non solo.

Se è il lavoro che vi preoccupa, pensate che, secondo una ricerca della Loughborough University, dopo essere stati interrotti da una mail servono circa 64 secondi per recuperare l’attenzione. Pensate dunque a quanto tempo si butta via controllando compulsivamente mail e notifiche secondo questo dato.

Addirittura, controllare continuamente social e chat porterebbe a una stanchezza fisica superiore a quella che proveremmo se limitassimo la nostra dipendenza da smartphone.

Calo della produttività lavorativa e aumento della stanchezza sono il risultato della nostra convinzione di essere sempre e comunque multi-tasking: controlliamo le mail mentre parliamo con il collega, guardandolo a mala pena e giustificandoci con un distratto ‘parla, io ti ascolto’, mentre abbiamo il naso e il cervello immersi in quello che stiamo leggendo, ma ci capita anche di guardare lo smartphone mentre siamo a cena con gli amici o addirittura mentre guardiamo un film.

Digital detox, cosa fare

Se siete meeting planner, sapete bene cosa significa essere stressati e pieni di lavoro. Ecco perché un periodo di digital detox potrebbe aiutarvi a recuperare le energie. Ovviamente, come tutto il resto della vostra lavorativa (e non) anche questa “vacanza” dal digitale va pianificata nei dettagli per essere efficace e per non danneggiare il vostro flusso lavorativo.

1 – scegliete il periodo giusto: stressati o no, dovete pianificare per tempo il vostro periodo di digital detox. Ovviamente il momento più sbagliato è quello sotto evento, quando essere sempre connessi potrebbe significare per voi fare la differenza per essere sempre “sul pezzo”.

2 – sfruttate al meglio i momenti senza connessione: una volta che siete più o meno sereni e decidete di vivere qualche giorno lontano da mail, chat e social approfittatene appieno facendo quello che più vi piace e rilassa: una passeggiata, una buona lettura, qualche ora di sano riposo. Sarà un periodo, se pur magari breve, prezioso, non sprecatelo preoccupandovi di cosa vi state perdendo.

3 – prima del digital detox, organizzatevi: naturalmente non sparirete dalla faccia della terra, ma soprattutto se siete ansiosi lasciate le cose predisposte al vostro staff o ai vostri colleghi in modo che non ci siano urgenze, almeno quelle prevedibili e possiate spegnere pc e smartphone senza ansia.

4 – siate realisti: certo, esistono addirittura resort che programmano settimane intere di digital detox tra tisane, massaggi ed escursioni. Ma siate realisti, siete organizzatori di eventi e non avete tutto questo tempo! Però un intero weekend potete concedervelo, magari spegnendo il cellulare e decidendo di controllarlo solo una volta al giorno.

Il digital detox per tutti i giorni

Fatto un periodo di reale stacco dalle connessioni, se potete concedervelo, meglio fare una “cura di mantenimento”. Oppure, proprio in attesa di concedervelo, potrete sempre iniziare a praticarlo con piccole abitudini quotidiane.

1 – non controllate il telefono nella prima mezz’ora dopo la sveglia

2 – non scrivete mail dopo cena (sapete che in Francia esiste il “diritto alla disconnessione?”

3 – non controllate lo smartphone durante una riunione con un cliente

4 – dedicatevi ad attività offline: presente la famosa check-list fatta con carta e penna?

5 – rivalutate il faccia a faccia: se potete decidete di incontrare clienti e fornitori, almeno ogni tanto, dal vivo e sostituite quelli virtuali con incontri faccia a faccia.