3213

Location
per eventi

14494

Sale
meeting

340

Agenzie
e servizi

11112

Articoli
e recensioni

Qual è il nome giusto per il tuo evento?

Qual è il nome giusto per il tuo evento?

Scegliere il nome di un evento è un passaggio saliente da cui, probabilmente, potrebbe dipendere anche il suo successo o almeno parte di esso. 

Il nome infatti è un po’ come un biglietto da visita per chi non conosce ancora il vostro evento, e – allo stesso tempo – può attrarre i partecipanti incuriosendoli.

Per questo, non è facile dire quale sia la strategia giusta per scegliere il più adatto, probabilmente l’osservazione da fare è quella che dipende dalla tipologia dell’evento stesso.

Il nome può infatti essere molto creativo, e magari un po’ ermetico rispetto ai contenuti dell’evento, soprattutto se rivolto a un'audience particolarmente trendy, oppure un po’ noioso ma molto esplicito, come sono di solito i nomi dei congressi del settore medico. Ma si potrebbe anche, perché no, sovvertire le regole.

Naming dell'evento: cosa considerare

Prima di planare sulle ali della fantasia, meglio farsi delle domande, come

  • Qual è il tono di voce del mio evento?
  • A chi si rivolge?
  • Come lo promuoverò?

Con le risposte a queste domande in mente, avete diverse opzioni per scegliere il nome del vostro evento. Ma molto importante per affontare bene il processo creativo del naming dell'evento è anche ricordarsi molto bene quanto è stato detto al momento del briefing: ricordate anche i dettagli, le sfumature, ma anche le parole usate per descrivere i concetti.

Fatto questo, potreste anche trascriverle su un file (o sulla carta, se preferite) per avere sotto gli occhi un gruppo semantico pertinente dal quale partire. 

Scegli un nome chiaro

Praticamente, si tratta di scegliere un nome che parla da solo e centra immediatamente l’argomento del vostro evento. Questo non significa necessariamente che debba essere eccessivamente didascalico, ma ci sono casi in cui anche questa modalità funziona.

Alcuni esempi:

Pensate per esempio al Festival della Letteratura di Mantova oppure al nome meno intuitivo ma comunque chiaro è The Colour Run, la ‘fan race’ che abbina una corsa podistica non competitiva con atmosfere divertenti di colori e musica.

Altro evento che si spiega dal nome è per esempio quello dei Digital Innovations Days, un evento dedicato al marketing digitale e all'innovazione.

Usa la fantasia

Il nome dell’evento si potrebbe anche inventare dal nulla, ma per avere più effetto anche un nome di fantasia dovrebbe avere un richiamo al contesto, così da non essere completamente distaccato dai temi dell’evento.

Per esempio, il nome Librixia, che è la Fiera del Libro di Brescia, è una crasi tra “libri” e Brixiae, il nome latino della città lombarda.

Gioca con le parole

Molto efficaci sono anche i nomi degli eventi che utilizzano giochi di parole. Il più abusato di tutti da qualsiasi festival estivo di quartiere è “R…estate con….” e sì, dovreste fare attenzione a non cadere nella tentazione di giochi di parole troppo scontati o giù visti mille volte

Per esempio, e attingiamo ancora dal mondo del running, Run like a deejay è un nome che fa intuire subito che si parla di corsa e lo lega immediatamente al mondo radiofonico, più nel dettaglio alla radio che si chiama proprio Deejay.

Spulcia il dizionario

Se vi diciamo gala cosa vi viene in mente? Probabilmente una cena, ma sapevate che gala è anche il fiocco ornamentale dei vestiti da donna? Questo per dire che una fonte d’ispirazione la trovate proprio dalla lingua italiana: cercate nomi curiosi o create espressioni con parole non inflazionate

Come registrare il nome

Avete avuto un’ottima idea per il nome del vostro evento e non volete che qualcun altro lo possa usare? Il nome di un evento si registra (come il logo) con la stessa procedura di un marchio d’impresa.

La domanda può essere presentata da un privato, da un’azienda, ma anche da un ente o da una associazione.