3295

Location
per eventi

14683

Sale
meeting

341

Agenzie
e servizi

11429

Articoli
e recensioni

Facebook Messenger Room e Google Meet: le novità per le riunioni a distanza

Facebook Messenger Room e Google Meet: le novità per le riunioni a distanza

In tempi di riunioni continue, di progettazione a distanza, di incontri virtuali a volte nati anche solo per confrontarsi un attimo su qualche dubbio che ci attanaglia e che in ufficio avremmo risolto semplicemente rivolgendoci al vicino di scrivania, nuovi tool che nascono sono sicuramente delle buone notizie. Oltre alla dimostrazione che, causa Covid-19 (o forse merito, in questo caso), si è fatto un grosso passo in avanti nella digitalizzazione

E per quanto riguarda appunto gli incontri a distanza e i tool per fare videochiamate alternativi a Skype, Zoom e altri, ecco comparire Facebook con le sue Messenger Room. Ma non solo: le novità vengono anche dal suo grande antagonista Google e riguardando la sua piattaforma di “incontri” Google Meet.

Vediamole una per una.

Facebook Messenger Room: le stanze di Zuckerberg

Già il nome, con quella parola “room”, fa capire l’obiettivo di Zuckerberg e compagnia: creare delle “stanze” in cui la gente possa parlarsi, possa farlo in tranquillità e collegandosi a quello che è ancora il re dei social (tranne per i più giovani): Facebook per l’appunto. Facebook Messenger Room è una novità di questi giorni e in Italia è ancora in fase di testing

Sostanzialmente si tratta di una funzionalità - che quindi verrà data a tutti coloro che sono iscritti al social - e che permette di videochiamare fino a un massimo di 50 persone. Una sfida sicuramente a Zoom anche se chi di voi lo conosce vedrà subito la differenza: nella versione gratuita Zoom consente di videochiamare fino a un massimo di 100 persone, anche se con un tempo ridotto: 40 minuti

Ma torniamo a Messenger Rooms. Come funziona? Potete invitare nella vostra stanza le persone che sono su Facebook e fare riunioni video senza alcun limite di tempo. I partecipanti potranno entrare e uscire tranquillamente, si potrà anche condividere lo schermo, ma - almeno per ora - solo con 10 persone. E questo per una riunione sicuramente è abbastanza. Sarà inoltre possibile creare una stanza pubblica e a quel punto avere un link cui potranno accedere anche coloro che non sono iscritti a Facebook

Ci si potrà collegare sia tramite computer che appunto cellulare. Una differenza con Zoom - a meno che non si nomini host qualcun altro - è che anche se chi ha creato la stanza esce, gli altri partecipanti possono comunque restare. Questo può essere particolarmente utile nel caso di riunioni che si protraggono più del previsto, in modo da far restare solo chi è interessato agli argomenti che si stanno via via trattando. 

WhatsApp: videochiamate fino a 8 persone

Le novità da Facebook per le videochiamate non finiscono qui. Ne arriva una anche per quanto riguarda WhatsApp che, con il lockdown, ha visto crescere notevolmente questo modo di comunicare. Sarà possibile videochiamarsi fino a 8 persone mentre prima erano solo 4. 

Google Meet gratis, ma con delle limitazioni

Novità ci sono anche in casa Google e riguardano proprio Google Meet, molto usato per riunioni, conferenze ecc...

Se prima lo strumento era gratuito solo per chi aveva un abbonamento alla Google Suite, la società ha invece di recente affermato che sarà gratuito per chiunque abbia un account Google. Ma non con tutte le funzionalità, questo dobbiamo dirlo. 

Le riunioni gratuite si potranno organizzare fino a 100 persone e la durata massima sarà di 60 minuti, anche se Google sul suo blog ha annunciato che questo limite non ci sarà fino al 30 settembre 2020. Pertanto, da maggio fino a fine settembre, questo è un altro strumento che si potrà utilizzare in maniera illimitata. 

La versione gratuita di Google Meet però non consentirà di registrare le conferenze.

Anche se, come si legge sul blog di Google, per le organizzazioni che non sono clienti G Suite è stata pensata una nuova versione, chiamata G Suite Essentials. Dicono da Google: “Si tratta di una soluzione ideale per i team che necessitano di accedere alle funzionalità più avanzate di Meet, come i numeri di telefono interni, le riunioni con più partecipanti, la registrazione delle videoconferenze e i controlli di moderazione. G Suite Essentials include anche Google Drive - per un accesso facile e sicuro a tutti i file condivisi - e le applicazioni Documenti, Fogli e Presentazioni - per la creazione di contenuti e la collaborazione in tempo reale”.

Queste sono le novità al momento, ma ci aspettiamo che in tempi di pandemia e fino a che questa non sarà davvero finita, ce ne siano ancora quindi Stay tuned.