3298

Location
per eventi

14529

Sale
meeting

360

Agenzie
e servizi

11711

Articoli
e recensioni

Come coinvolgere gli sponsor in un evento digitale

Come coinvolgere gli sponsor in un evento digitale

Il coinvolgimento degli sponsor è indispensabile per certe tipologie di evento e per il loro successo. Ma come attrarli quando l'evento è digitale?

Ovviamente, anche nella dimensione digital gli sponsor si aspettano di poter massimizzare il loro ritorno sull’investimento. Secondo la ricerca "Sponsorizzare gli eventi in tempi di crisi Covid" condotta da Aim Group International, il 78% degli sponsor si è dichiarato pronto a investire in eventi virtuali, prediligendo però quelli interattivi, realizzati in 3D e in realtà aumentata, e con la possibilità di ottenere i dati tracciati.  

Potrebbe però anche accadere che vi siano aziende non ancora pronte a cogliere le opportunità che una sponsorship di questo tipo potrebbe portare. Magari si tratta di realtà non ancora familiari con le dinamiche di un evento digitale, oltre al fatto che in questo periodo alcune aziende siano più restie a investire e lo facciano solo se riescono a vedere vantaggi concreti.

Infine, anche gli stessi organizzatori che in questi mesi di pandemia hanno imparato a pianificare, organizzare e gestire eventi digitali, potrebbero non avere ancora ben chiaro come uno sponsor può approfittare al massimo della sua presenza digitale.

In questo articolo facciamo qualche esempio di come uno sponsor può essere coinvolto in un evento digitale.

Interazione con i partecipanti

Come in un evento in presenza, anche con un format digitale lo sponsor si aspetta di entrare in contatto con i partecipanti. Se durante un evento live questo può avvenire presso uno stand allestito all’interno dell’area congressuale, ci sono ovviamente soluzioni virtuali. Stiamo parlando degli stand virtuali, che a seconda della piattaforma e della tecnologia utilizzata, potrà essere realizzata in diversi modi.

Per esempio una soluzione tra le più semplici è quella di mettere a disposizione degli sponsor una chat room, o ancora meglio la possibilità di fare videoconferenze, con cui gli sponsor possono contattare o essere contattati e incontrare direttamente i partecipanti. Gli sponsor possono inoltre promuovere attività di gamification a diversi livelli, o intervenire direttamente all’evento con una sessione dedicata.

Visibilità e call to action

Ovviamente, lo sponsor di un evento digitale in cerca di lead vuole visibilità. Ovvero, vuole che il suo brand, proprio come per un evento in presenza, sia presente nei "posti giusti" . Perché questo avvenga ci sono diverse soluzioni e anche qui dipende dalla tecnologia utilizzata: si va dai banner a videowall virtuali se si utilizza per esempio il 3D, ma solo per fare degli esempi.

Quello su cui vogliamo soffermarci è soprattutto l'utilità di prevedere le cosidette call to action, ovvero la possibilità di richiamare l’attenzione del partecipante per fargli compiere un’azione che lo porterà verso l’obiettivo dello sponsor. Facciamo un esempio semplice. Se l’obiettivo dello sponsor è portare il partecipante a scaricare materiale informativo sulla sua attività, il banner può supportare l’obiettivo con microtesti ad hoc, dal generico “Scopri di più” a testi più ingaggianti come “Non conosci ancora i vantaggi di una polizza per la vita? Leggi perché non puoi farne a meno”. E il materiale da scaricare può andare da contenuti di testo a infografiche, videointerviste, feedback di altri clienti e molto altro, oltre a poter prevedere un “premio” per chi effettivamente compie l’azione richiesta. 

Prima, durante e dopo l’evento

Uno degli aspetti più interessanti di un evento digitale è la sua capacità di oltrepassare la dimensione spazio-temporale dell’hic et nunc. Detta così sembra qualcosa di trascendentale, in realtà si tratta più semplicemente dell’opportunità che un evento digitale offre di mettere a disposizione i contenuti dell’evento anche una volta che è terminato.

E prima dell'evento, di poterne anticipare i temi, per esempio con brevi appuntamenti online che tengono “calda” la community dei partecipanti. Proprio questi mini-eventi per esempio potrebbero essere realizzati direttamente dagli sponsor. Qui avranno l’occasione sì di parlare di sé, della loro attività e dei loro prodotti, oppure - come è consigliabile - di offrire contenuti di approfondimento su temi specifici, magari facendo parlare in qualità di esperto il loro amministratore delegato, e così via, lavorando quindi su brand awareness e autorevolezza.  

L’importanza dei dati

Lo abbiamo già visto parlando della survey di Aim International: gli sponsor vogliono i dati. Cosa significa? Un evento digitale vi permette di ottenere dati sui partecipanti e i loro comportamenti. Tra gli indicatori di performance di un evento digitale resta, come per quelli in presenza, il numero dei partecipanti, ma non solo.

Altri indicatori sono le interazioni dei partecipanti (in quanti hanno partecipato alla chat, hanno contattato gli espositori, e così via), quali azioni hanno compiuto (domande, commenti), il grado di interazione anche con i relatori, il tempo di partenza e molto altro.

Leggi anche: Come raccontare l'evento digitale con le immagini