3218

Location
per eventi

14485

Sale
meeting

340

Agenzie
e servizi

11122

Articoli
e recensioni

Eventi e tecnologia: i quattro trend per il 2014

Eventi e tecnologia: i quattro trend per il 2014

LA MEETING INDUSTRY CONSACRA DEFINITIVAMENTE LE APPLICAZIONI MOBILI, MA NON SOLO. LA TECNOLOGIA SERVIRÀ ANCHE PER CALCOLARE ROI E MOLTO ALTRO

Come sarà il 2014 della tecnologia legata al mondo degli eventi? Secondo il fornitore software americano Cvents, la meeting industry si focalizzerà su quattro grandi tendenze.

Innanzi tutto, assisteremo alla definitiva maturazione delle applicazioni mobili specializzate. Le aspettative su questo fronte sono ormai molto alte: chi prende parte ad un evento (sia esso un meeting, una convention o una fiera) desidera interagire, informarsi e vuole farlo con le proprie mani, usando il tablet o lo smartphone che ha già in tasca. La parte più evoluta della meeting industry non considera più le mobile app per gli eventi come un “nice to have” (l’atteggiamento dell’utente che ritiene piacevoli, ma non essenziali, le nuove opzioni offerte dalla tecnologia) bensì il “new normal”, ovvero l’ingrediente sostanziale per un evento di successo, un servizio che fa parte ormai della natura stessa di meeting e congressi.

In secondo luogo, i professionisti degli eventi rivolgeranno le proprie attenzioni (in modo ancora più marcato) verso quegli strumenti di analytics e reporting che si rivelano fondamentali per spiegare al top management il ritorno dell’investimento (return on investment o ROI). Rispetto agli anni passati, i planner hanno oggi a disposizione più dati per comunicare i risultati di un evento: una possibilità offerta dal maggior numero di software disponibili sul mercato per calcolare i benefici del lavoro svolto, ma resa necessaria dalla forte pressione degli ultimi anni sui budget degli eventi e dunque dalla tendenza al contenimento dei costi che ha caratterizzato questo mercato.

Il terzo fenomeno hi-tech del 2014 per l’industria degli eventi riguarda le nuove possibilità offerte dal cloud alle applicazioni e ai servizi per gestire le relazioni con i clienti (customer relationship management o CRM). Assieme al traffico generato dai siti web, infatti, gli eventi sono un potente strumento per generare liste di potenziali clienti (lead). Nella grande ‘nuvola’ dei dati e dei servizi, le tradizionali attività di marketing trovano nuova linfa. Si pensi, ad esempio, alla possibilità di archiviare, condividere e modificare online in tempo reale dati e documenti commerciali tra tutti gli attori coinvolti nel processo (addetti al marketing, agenti, creatori e gestori di contenuti, anche per quanto riguarda i social network nei quali l’azienda conversa con il suo pubblico). Un fattore cruciale è la disponibilità di questi strumenti con costi molto più accessibili, rispetto agli oneri che andavano sostenuti in passato per creare reti aziendali con questa efficacia.

Allo stesso modo, la quarta tendenza evidenziata dall’azienda statunitense di software prevede che gli event planner si rivolgeranno sempre più verso piattaforme tecnologiche a 360 gradi, in grado cioè di gestire tutto il ciclo di vita degli eventi, penalizzando le soluzioni single-point (la scelta di fornitori differenti, ad esempio per gestire il database degli iscritti, il sito dell’evento e le campagne di e-mail marketing) e accelerandone il declino.