3290

Location
per eventi

14501

Sale
meeting

357

Agenzie
e servizi

11664

Articoli
e recensioni

Enrico Bertolino: le tre mosse per conquistare la platea

Enrico Bertolino: le tre mosse per conquistare la platea

Enrico Bertolino, classe 1960, una laurea alla Bocconi, i primi passi in banca e poi la svolta come cabarettista, showman, attore al cinema e a teatro. Ma Enrico non abbandona il mondo aziendale, che continua a frequentare come relatore e formatore d'eccezione.

Ecco in tre step i segreti del suo successo (come formatore):

1- farsi ascoltare: per catturare l’attenzione della platea applicare la regola dei first four minutes, che significa mettercela tutta per non fare distrarre la platea nei primi minuti dell'intervento. Come a teatro, dove un comico deve fare ridere dalle prime battute e un attore drammatico deve sapere creare pathos, così il relatore deve saper "rapire" gli astanti, che se si distraggono sono persi per sempre 

2- comunicare divertendo: evitare lunghi discorsi e note autobiografiche poco interessanti. Anche i i cosiddetti video emozionali devono essere usati con parsimonia, banditi se più lunghi di due minuti, da evitare quelli interminabili tipo corazzata Potemikin. Non abusare dell'uso di slide, potrebbero nuocere gravemente alla convention

3- spettacolarizzare la convention: anche se nella nostra lingua formazione fa rima con punizione, ciò non significa che le due cose vadano di pari passo nella realtà. Il rapporto tra relatore e platea deve essere empatico, evitare toni e maniere da insegnanti, accorciare le distanze. Luci e musiche, quando il loro uso è sensato, possono fare la differenza. Come su un set televisivo, ogni particolare dovrebbe essere curato nei minimi dettagli.