3226

Location
per eventi

14519

Sale
meeting

335

Agenzie
e servizi

11125

Articoli
e recensioni

Agenzie di eventi, i vostri clienti esigono uno shock!

Agenzie di eventi, i vostri clienti esigono uno shock!

DARE UNA SCOSSA AL MERCATO COME RICETTA ANTI-CRISI? POTREBBE FUNZIONARE. COME? RIMETTENDO IN MOTO ENERGIA POSITIVA

Per combattere gli effetti di questa crisi che sembra sempre peggio servirebbe proprio una bella scossa al mercato, capace di rimettere in moto energie positive.

E “shock”, guarda caso, è anche l’acronimo di quel che il mercato chiede alle agenzie di Mice.

S - Saving. Senza arrivare al low cost come obiettivo unico, l’attenzione al budget fa ormai parte del nostro vissuto professionale. Evitare spese eccessive è diventato un principio etico, oltre che economico.

H - High tech. L’innovazione tecnologica rende più veloci i contatti, più pratiche le gestioni, più spettacolare l’esposizione dei concetti, e i costi della tecnologia calano. Approfittiamone.

O - Originalità. Sapersi distinguere dalla massa è la vera sfida del mondo globale. La creatività trasversale (dai contenuti agli strumenti, sino naturalmente alla comunicazione) è l’arma per vincerla.

C - Contenuti. “The beef”, la sostanza: per quanto impattante e creativa sia la presentazione, il programma del Mice event deve riflettere nei contenuti le risposte alle esigenze del committente e dei partecipanti.

K - Know how. Competenza specifica, aggiornamento, conoscenza del settore e delle sue dinamiche: l’agenzia ha il compito di supportare il cliente su due dimensioni, quella strategica e quella gestionale.


Quello che i clienti vogliono. Una delle prime cose che vengono insegnate ai giovani account, quando arrivano in agenzia, è che qualche testo sulla comunicazione cataloga la loro professione fra quelle commerciali, ma certamente non si tratta di un ruolo puramente commerciale. Il cliente che si rivolge all’agenzia per essere supportato nell’organizzazione di un meeting, di un incentive, di una convention o di un evento chiede attenzione, dedizione e soprattutto capacità di risolvere il bisogno che l’azienda esplicita. Sembra una banalità, eppure questa semplice regoletta racchiude in sé tre aspetti fondamentali: empatia per imparare a parlare la stessa lingua del committente, attitudine all’analisi per capire che cosa gli è più utile fare e quali strumenti attivare, organizzazione nel tener sotto controllo il progetto in tutti i suoi aspetti. Ogni azienda esprime una sua realtà, un contesto che spesso determina la natura delle esigenze riflesse nelle richieste all’agenzia; una multinazionale con una marketing strategy integrata fra le diverse sedi nazionali avrà bisogno di un partner dal respiro internazionale mentre un’azienda fortemente radicata in un territorio specifico richiederà presenza capillare sull’area stessa. Ma l’empatia, la competenza e l’organizzazione restano condizioni imprescindibili, per qualsiasi cliente.