3066

Location
per eventi

13993

Sale
meeting

333

Agenzie
e servizi

10960

Articoli
e recensioni

Oscar Giannino: come uscire dalla crisi grazie al Mice

Oscar Giannino: come uscire dalla crisi grazie al Mice

SECONDO IL GIORNALISTA IL MICE FARÀ RIPARTIRE IL COMPARTO TURISTICO

A chi glielo chiede, risponde che non si veste in modo originale da sempre, ma solo da quando guadagna abbastanza per permettersi di farsi cucire su misura i suoi sgargianti vestiti. E lo fa, sostiene, perché vuole dare di sé un’immagine quasi caricaturale, perché tutti abbiano chiaro che lui non appartiene alla classe egemone italiana. Eppure, il tam tam delle rete lo aveva eletto come il Beppe Grillo liberale molto tempo prima che lui stesso, alla fine, lasciasse intendere un suo impegno politico, eventualmente a capo di quel nuovo partito di ispirazione giolittiana la cui nascita era stata da lui annunciata a Radio24, durante la sua trasmissione Nove in punto. Dagli stessi microfoni continua a commentare l’attualità soprattutto politica ed economica, con audace irriverenza, forse un po’ troppa per la radio di Confindustria, forse con così tanta insistenza da rendere solo un pro-forma l’ufficializzazione della sua candidatura politica...

Insomma, Oscar Giannino è il personaggio del momento, ma chi c’è dietro al suo aspetto da dandy d’altri tempi? E cosa ha da dire sulla meeting industry? Preoccupati per il nostro settore, siamo andati direttamente da lui in cerca di conforto. Che per certi versi è arrivato, insieme a un monito: sarà il turismo business a far ripartire il segmento travel italiano, purché si agisca in tempi brevi. Per il giornalista economico è infatti proprio il congressuale ad avere le caratteristiche giuste per trainare tutto il comparto, giocando su due aspetti fondamentali: la maggiore competitività in ambito internazionale e la possibilità di agire rapidamente. Se è vero infatti che, come dicono le stime, un congressista vale in media tre volte la capacità di spesa di un turista in vacanza, la meeting industry potrà essere il volano di un’industria che soffre un ritardo strutturale in confronto al resto dell’area mediterranea.

«È la crescita del turismo congressuale – spiega Oscar Giannino – che può trainare dal punto di vista economico il resto del comparto turistico. Solo il turismo business infatti può compensare il ritardo di  patrimonializzazione del turista medio e lo può fare con investimenti sostenibili in questo momento solo dalle aziende». Secondo Giannino inoltre, c’è una parte dell’Italia che deve supplire alla mancanza di consapevolezza dell’altra: «Metà delle Regioni italiane – precisa Giannino –non è ancora in grado di apprezzare il valore di uno sviluppo significativo del Mice. È per questo, che l’altra metà deve fare per due, per supplire a mancanze che non devono far rischiare al settore di restare indietro». Non cambia se queste considerazioni si volgono alla grande vetrina che sarà per il nostro Paese l’Expo. «Abbiamo accumulato troppi ritardi – conclude Giannino –, ma l’occasione è di quelle imperdibili, non possiamo permetterci di sbagliare».