3292

Location
per eventi

14708

Sale
meeting

342

Agenzie
e servizi

11253

Articoli
e recensioni

Come è fatto il sito espositivo di Expo Milano 2015: tutti i dettagli

Come è fatto il sito espositivo di Expo Milano 2015: tutti i dettagli

Expo Milano 2015 sarà anzitutto – anche se non solo – un luogo, uno spazio ben preciso, un grandioso parco tematico nato dall’impegno di tutti i popoli e le organizzazioni del nostro mondo. Seguendo le best practice delle varie Esposizioni Universali del recente passato, e portando un buon numero di innovazioni, è stato disegnato un percorso razionale ed emozionale al tempo stesso, in grado di trasportare il visitatore in un viaggio nel tempo e nello spazio.

Il sito espositivo è posto in un’ampia area a nord ovest di Milano, adiacente alla Nuova Fiera di Rho che si estende per circa un milione di metri quadrati, seguendo un progetto ispirato alla pianta tradizionale della città a forma di croce, eredità del castrum, l’accampamento romano che si distingueva per la pianta ortogonale e le due grandi vie perpendicolari chiamate Cardo e Decumano.

Il Decumano centrale e i Cluster: la via principale su cui si sviluppa la struttura, il Decumano, attraversa l’intero sito da est a ovest per un chilometro e mezzo, e simbolicamente unisce il luogo del consumo di cibo (la città) a quello della sua produzione (la campagna). Su entrambi i lati del Decumano sorgono i padiglioni nazionali dei Paesi partecipanti: molti di loro hanno sviluppato un apposito spazio self-built, mentre i rimanenti saranno presenti all’interno di un cluster.

I Cluster sono una delle novità di Expo Milano 2015: per la prima volta i Paesi non vengono raggruppati in padiglioni collettivi secondo criteri geografici, ma secondo identità tematiche e filiere alimentari. In questo modo il tema “Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita” viene trattato in modo diffuso rendendo concreto lo spirito di questi spazi che è proprio teso alla condivisione, al dialogo e all’interazione. I Cluster sono caratterizzati da aree comuni, che sviluppano attraverso spazi funzionali (mercato, mostra, eventi, degustazioni) la filiera alimentare. Ogni Paese presente in un Cluster ha uno spazio espositivo individuale, dove sviluppa una sua propria interpretazione del tema di Expo 2015. I Cluster sono otto, cinque dedicati a specifiche filiere produttive (Riso, Cacao, Caffè, Spezie, Frutta e legumi, Cereali e tuberi) e tre ad aree culturali e geografiche (Bio-Mediterraneo, Isole mare e cibo, Zone aride).

In questo modo l’offerta dell’Esposizione si arricchisce ulteriormente con percorsi tematici e focus su specifici prodotti.

Il Cardo: l’asse del Decumano si incrocia con l’asse del Cardo, lungo 350 metri, che mette in relazione il nord e il sud del sito e accoglie la proposta espositiva del Paese ospitante, l’Italia. Negli spazi di Palazzo Italia, la cultura, le tradizioni legate all’alimentazione e i prodotti tipici italiani descrivono le migliori pratiche alimentari e culturali del Belpaese. Nel punto in cui le due vie si incontrano, si trova la grande piazza centrale dell’Expo, ovvero Piazza Italia, il luogo in cui simbolicamente l’Italia incontra il mondo. Ai quattro estremi del Cardo e del Decumano sono situate alcune delle strutture più importanti di Expo Milano 2015: la Lake Arena, l’Open Air Theatre, la Collina Mediterranea e l’Expo Centre, importanti punti di riferimento per l’orientamento dei visitatori all’interno del sito, ma anche luoghi destinati a ospitare i più grandi eventi dell’Expo, e preziosa eredità per l’industria degli eventi negli anni a venire.

I Padiglioni
: aderendo a Expo Milano 2015, ogni Paese ha scelto se partecipare con un proprio spazio espositivo, all’interno di lotti di diverse dimensioni – dai 500 ai 5.000 metri quadrati – che si affacciano sulla via principale dell’area, il Decumano, chiamata per questo anche World Avenue.

Padiglione Italia: il Paese ospitante, come da tradizione di ogni Expo, riserva per sé un’area caratteristica in cui esibire le proprie eccellenze. Presso il Padiglione Italia saranno in mostra la cultura e le tradizioni nazionali legate al cibo e all’alimentazione, caratterizzate dall’alta qualità delle materie prime e dei prodotti finali. La partecipazione italiana è presente sia all’interno degli spazi espositivi, disposti lungo il Cardo, sia nel Palazzo Italia, l’edificio di rappresentanza dello Stato e del governo italiano, che costituisce il luogo d’incontro istituzionale tra il Paese organizzatore e i Paesi partecipanti. La posizione degli spazi espositivi riservati alle istituzioni europee, di fronte al Palazzo Italia e strettamente connessi con il sistema del Cardo, evidenzia simbolicamente la stretta relazione tra l’Italia e l’Europa.

Le aziende: all’interno dell’Area Corporate le aziende dispongono di uno spazio interamente dedicato, che assicura la massima visibilità al loro brand: possono essere ospitate all’interno di padiglioni appositamente realizzati da Expo Milano 2015, oppure costruire, allestire e gestire un proprio padiglione corporate self-built, una struttura progettata in autonomia che valorizza uno o più aspetti del Tema.

Il padiglione della società civile e le aree tematiche: la Cascina Triulza è un’antica costruzione rurale presente all’interno del Sito Espositivo, ed è una delle tante pittoresche costruzioni rurali che segnano il paesaggio nei dintorni di Milano, e ricollegano la moderna città alla sua origine contadina e agricola. Questa sede così caratteristica è stata scelta come location per il padiglione riservato alla società civile e al “terzo settore”, in cui però saranno presenti anche numerose iniziative promosse da aziende, istituzioni pubbliche e organizzazioni internazionali in collaborazione con ONG. Sempre qui sono presenti servizi di ristorazione e di accoglienza aperti a tutti i visitatori di Expo 2015 e una ricca varietà di spazi, come un’area espositiva, un’area eventi con auditorium da 200 posti e un’ampia corte di 1.700 metri quadrati, un’area mercato riservata ai piccoli produttori e un business center.  

Per gli eventi
Open air theatre: capienza di circa seimila sarà occupato per quattro dei sei mesi e in seguito potrà essere richiesto da Paesi espositori, sponsor e così via per l'organizzazione di eventi. Nel momento in cui le aree eventi vengono noleggiate per fare un evento, chi entra deve avere il biglietto: il noleggio dell’area non comprende il biglietto. Anche l’Auditorium è a disposizione oltre il Conference centre con diverse sale polifunzionali da 320 a circa 40 posti.