3087

Location
per eventi

14063

Sale
meeting

335

Agenzie
e servizi

10966

Articoli
e recensioni

Gnudi: «L’Italia ha perso in competitività»

Gnudi: «L’Italia ha perso in competitività»

IL MINISTRO DEL TURISMO FA UNA DIAGNOSI CHIARA DEL COMPARTO

Piero Gnudi, ministro del Turismo conferma che presto presenterà il piano strategico del turismo al Governo e intanto si esprime senza mezzi termini sul comparto. Le sue dichiarazioni sono apparse su Il Sole 24 Ore di ieri. Il Bel Paese ha perso competitività: scrive il ministro.

Le cause sono tante «strutture alberghiere non sempre conformi alle odierne esigenze del mercato, carenza di infrastrutture e inadeguata formazione professionale. Io credo però che la causa principale risieda nel fatto che il turismo non è mai stato considerato un'importante leva di sviluppo e di crescita occupazionale. Per di più la governance del settore rende difficile ogni intervento, anche se negli ultimi mesi abbiamo trovato un nuovo spazio di collaborazione tra Governo e Regioni, che si presenta molto promettente per le cose che potranno essere fatte già nel prossimo futuro».

 Nella lettera scritta al quotidiano economico, Gnudi sottolinea come il nuovo piano nazionale sia «un’opportunità che il Paese non può perdere,  soprattutto oggi, sia perché considerando gli attuali tassi di crescita non è difficile arrivare in pochi anni a generare alcune centinaia di migliaia di nuovi posti di lavoro e contribuire in modo significativo alla crescita del Pil, sia perché attraverso il turismo potremmo concorrere alla costruzione e consolidamento di relazioni con altri Paesi, ma - soprattutto - perché questa è l'ultima chiamata per il Sud».