3251

Location
per eventi

14567

Sale
meeting

341

Agenzie
e servizi

11200

Articoli
e recensioni

Confcommercio e Tedx Pompeii per Tecnoconference Europe–Gruppo Del Fio

Confcommercio e Tedx Pompeii per Tecnoconference Europe–Gruppo Del Fio

Nel mese di giugno Tecnoconference Europe–Gruppo Del Fio è stata nel backstage di due grandi eventi: l’Assemblea generale di Confcommercio, tenutasi sabato 8 presso il centro congressi “Stella polare” di Fiera Milano (Rho), e la conferenza TEDx Pompeii, svoltasi a Pompei (Na, presso il Teatro Grande degli Scavi, il giorno 20)

All’Assemblea generale Confcommercio  hanno partecipato quest’anno più di tremila persone, tra cui numerosissime personalità dell’economia e della politica: il Sindaco di Milano Giuliano Pisapia, il Presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni, il Commissario Unico di Expo 2015 Giuseppe Sala, il Ministro dello Sviluppo Economico Federica Guidi, il Presidente Confindustria Giorgio Squinzi, viceministri, deputati e senatori. Tecnoconference Europe–Gruppo Del Fio ha innanzitutto fornito al Presidente Carlo Sangalli, come di consueto, il teleprompter (gobbo elettronico), ha curato la realizzazione dei badge e fornito i sistemi di rilevazione delle presenze, con 15 postazioni di accrediti on site e numerosi lettori laser, via radio, di codici a barre e ha prodotto in tempo reale le statistiche relative agli ingressi degli ospiti Vip.

TEDx Pompeii TED (Technology Entertainment and Design) è un format di conferenze nato negli anni Novanta in California e diventato celebre in tutto il mondo dal 2006, quando Internet ne ha rilanciato i video. I relatori si posizionano uno alla volta su un cerchio rosso al centro del palco, sotto le luci bianche dei riflettori. Alle spalle, il simbolo TEDx, sempre rosso. Questa conferenza è stata fortemente voluta dal conduttore e “digital champion” Riccardo Luna, che ha portato sul palco tanti volti noti quali il divulgatore scientifico Alberto Angela, la cantante Malika Ayane, lo scrittore Roberto Saviano, il comico Arturo Brachetti. La maggiore difficoltà, visto l’ambiente, era sicuramente la sonorizzazione dell’intero anfiteatro, oltre all’esigenza di garantire al conduttore di potersi muovere ovunque, risultando sempre intelligibile.