3273

Location
per eventi

14640

Sale
meeting

342

Agenzie
e servizi

11244

Articoli
e recensioni

I megatrend del business travel in un webinar di Cwt

I megatrend del business travel in un webinar di Cwt

Uno scenario mutevolissimo su scacchieri geopolitici in continua evoluzione. Il futuro prossimo dei viaggi d’affari è stato analizzato in un interessante webinar dal titolo “I megatrend del business travel nel 2016”, organizzato da Carlson Wagonlit Italia per preparare travel manager e viaggiatori d’affari alle sfide all’orizzonte. A condurre la riflessione – focalizzata soprattutto sul mercato italiano – è stato David Jarach, Ceo di diciottofebbraio Aviation Advisory ed esperto del mercato.

Questi gli otto punti nevralgici scaturiti dall’analisi:

1. Analisi predittiva e Smart Data
Non si parlerà più di Big Data ma di Smart Data, ossia di quella parte di dati davvero utili da analizzare. Grazie a essi crescerà anche in ambito travel la possibilità di personalizzare l’offerta di servizi in modo dinamico e proattivo. Crescerà di conseguenza anche il ruolo degli ancillari per una personalizzazione “à la carte”.

2. Voli low-cost a lungo raggio
Sono ormai una realtà e nuovi vettori entreranno a operare anche in Europa. In Italia ci si potrà arrivare, ma probabilmente non nel 2016.

3. Low-cost nei principali hub aeroportuali
Le compagnie low cost stanno sviluppando la propria presenza negli scali principali in Europa. Anche in Italia si assisterà a un ulteriore consolidamento/sviluppo di capacità. Gli aeroporti registreranno volumi di traffico sempre maggiori e il fast track diventerà un must per i business traveller.

4. Hôtellerie: fine del parity rate
Gli hotel potranno offrire tariffe più aggressive. Per le trasferte aziendali, però, questo non potrà avere un forte impatto diretto, in quanto l’acquisto sui siti degli hotel da parte dei viaggiatori pone problemi. Fondamentale il ruolo di intermediazione offerto dalle travel management company.

5. Treni ad alta velocità: una “killer application”
Si abbasseranno ancora i tempi di percorrenza e il servizio sarà esteso anche a nuove stazioni. Di contro, si evolverà verso forme sempre più concertative tra treno av e aereo in un rapporto di “alimentazione” reciproca.

6. Consumerizzazione del business travel
Continua la tendenza dei viaggiatori a cercare strumenti user-friendly e già utilizzati per organizzare i propri viaggi personali, come i meta search engine. Le informazioni trovate non garantiscono però il rispetto della travel policy aziendale. Le aziende dovranno tenerne conto cercando di offrire strumenti alternativi, anche con il supporto delle Tmc.

7. Sharing Economy in crescita, ma…
Sulla spinta soprattutto dei viaggiatori più giovani continuerà a crescere il ruolo dei provider di servizi di tipo sharing e operatori come Uber e Zipcar aumentando il proprio appeal per i viaggiatori d’affari.