3243

Location
per eventi

14599

Sale
meeting

340

Agenzie
e servizi

11156

Articoli
e recensioni

Federalberghi Lazio, il monito di Pecoraro

Federalberghi Lazio, il monito di Pecoraro

Il presidente di Federalberghi Lazio è preoccupato per l’imminente applicazione dell’accordo Basilea2

«Con l’imminente applicazione di Basilea2 e l’obsoleta politica degli istituti bancari, l’intero sistema dell’hotellerie italiana rischia il collasso». È il monito del presidente di Federalberghi Lazio, Walter Pecoraro, a pochi giorni dal varo dell’importante accordo internazionale sui requisiti patrimoniali delle banche, in base al quale gli istituti bancari dei Paesi che hanno aderito a Basilea2 dovranno accantonare quote di capitale proporzionali al rischio derivante dai vari rapporti di credito assunti, valutato attraverso il rigido e trasparente strumento del rating. «Anche se il mondo bancario – evidenzia Walter Pecoraro – ha tranquillizzato le Pmi del turismo, asserendo che verranno adottati parametri ad hoc per il comparto, è viva la preoccupazione che le procedure saranno sempre e comunque fortemente vincolate alla patrimonializzazione. Pertanto tutti quegli imprenditori alberghieri che non sono proprietari delle mura, si troveranno in seria difficoltà a reperire risorse economiche necessarie sia alla riqualificazione delle proprie strutture che ad investimenti per costruzione e gestione di nuovi alberghi. A conti fatti, la prospettiva è quella di un impoverimento dell’offerta alberghiera italiana, che attualmente vanta oltre 33.500 strutture, e una progressiva dequalificazione di molti alberghi, soprattutto quelli ubicate in prestigiosi immobili dei centri storici delle città a forte vocazione turistica».