3066

Location
per eventi

13993

Sale
meeting

333

Agenzie
e servizi

10960

Articoli
e recensioni

Nuova strategia multi-brand per Barceló Hotel Group

Nuova strategia multi-brand per Barceló Hotel Group

Barceló Hotel Group – oltre 100 hotel in 18 Paesi, di cui quattro in Italia, tre tra Roma e Ostia e uno a Milano – ha annunciato una nuova strategia multi-brand. Con questa iniziativa la terza catena alberghiera in Spagna – e la quarantaduesima a livello mondiale – con una forte vocazione corporate pone il focus sul concetto di “internazionalità”, con l'obiettivo di posizionare il brand nel modo più pertinente, ovvero, sottolineando l’alto livello di eccellenza come conseguenza della strategia di specializzazione.

Raúl González, Emea Ceo di Barceló Hotel Group (nella foto) e Sara Ramis, Cmo di Barceló Hotel Group, hanno presentato nel contesto del Hotel Barcelò Milano, apprezzata location particolarmente adatta ai viaggiatori d'affari per la collocazione, cui si abbina un design originale e contemporaneo, il nuovo modello di business, che consiste in un’evoluzione dell’architettura dei marchi del gruppo attraverso quattro nomi.
Si andrà così dal lusso di Royal Hideaway all’upper upscale di Barceló, dal upscale easy living di Occidental all’happy-soul di Allegro. Sotto questi nuovi standard l'azienda diversificherà il proprio portfolio alberghiero per offrire a ogni cliente servizi migliori e più specifici, in base alle diverse esigenze.

«I nuovi marchi consentiranno una più chiara diversificazione e la possibilità di entrare in segmenti di mercato in cui non eravamo ancora presenti. Per il 2017 completeremo il processo e saremo pienamente operativi nell’ottica di questa nuova brand architecture. Il nostro obiettivo è crescere nel segmento alto e medio-alto sia nelle destinazioni urbane a livello internazionale sia nell’ambito “Sun & Beach”», ha dichiarato González.

Barceló Hotel Group, in rapida e costante espansione, trova nella clientela corporate e business importanti percentuali, che per alcune location urbane arrivano a superare la metà delle presenze. Per il Mice il gruppo dispone strutture con centri congressi – tra questi il più grande dei Caraibi e altri molto capienti come a Siviglia e a Huelva, in Spagna, rispettivamente da 1600 e 2000 persone – con tecnologie all’avanguardia e modulabili a seconda delle necessità.