3226

Location
per eventi

14519

Sale
meeting

335

Agenzie
e servizi

11126

Articoli
e recensioni

Hotel Principe di Savoia rinnova i suoi spazi eventi

Hotel Principe di Savoia rinnova i suoi spazi eventi

Hotel Principe di Savoia, uno dei due gioielli italiani di Dorchester Collection ed emblema della tradizione alberghiera milanese, riserva un’interessante novità per gli organizzatori di eventi: il restyling delle sue sale meeting.

Dopo una stagione estiva dedicata ai lavori di rinnovo, le sale Cristalli, Galilei, Marco Polo, Veranda e Marconi presentano ora una nuova immagine con differenti colori, tessuti e tecnologia di ultima generazione.

Il restyling, ne pieno rispetto dell’eleganza senza tempo che fa di Hotel Principe di Savoia l’eccellenza dell’ospitalità e del lusso made in Italy, è stato curato dallo studio di interior design Architetture & Interni, in collaborazione con Rossato.

L’ architetto Cosimo Sasaniello e l’interior designer Kate Axelsson di A&I affermano: "Esistono luoghi che nella loro storia e tradizione contengono tutti gli elementi per potersi continuamente rinnovare e al Principe di Savoia è stato sufficiente saper ascoltare”.

Ispirandosi alle linee e ai colori dell’hotel, il restyling è stato concepito per coniugare al meglio il nuovo stile moderno con l’architettura classica, che da sempre contraddistingue il prestigioso albergo.

Sono state scelte nuove tonalità neutre e delicate per generare sensazioni positive e creare ambienti luminosi, leggeri, dove è facile rilassarsi sentendosi subito a proprio agio: innovare nella tradizione per creare ambienti adatti ad un’accoglienza user friendly.

Ezio Indiani, General Manager di Hotel Principe di Savoia, dichiara “Sono orgoglioso di presentare i nuovi spazi eventi del nostro hotel, rigenerarsi per proiettarsi nel futuro è stata la grande motivazione alla base di un lavoro di restyling  complesso che ha interessato l’albergo durante i mesi estivi. Nell’intento di restare fedeli al forte legame col territorio che ci contraddistingue, abbiamo scelto di collaborare con le piccole e medie imprese del tessuto economico locale, coinvolgendo imprenditori e artigiani attivi in Lombardia e nelle regioni limitrofe”.