3205

Location
per eventi

14471

Sale
meeting

340

Agenzie
e servizi

11109

Articoli
e recensioni

Filippine, riapre l'isola di Boracay

Filippine, riapre l'isola di Boracay

Riqualificazione compiuta per l’isola di Boracay, icona del turismo filippino, che dal 26 ottobre è pronta ad accogliere i visitatori con un’offerta internazionale rigenerata a livello ecologico e migliorata nei servizi.

Sono 25 i resort che hanno in questo momento l’autorizzazione a riaprire, dopo aver completato le certificazioni richieste dal ministero per il rispetto dell’ambiente. Le strutture appartengono a diverse categorie, situate in ognuna delle aree dell’isola, dalla più esclusiva Station 1 alla più popolare Station 3.

“Stiamo lavorando per essere sicuri che al momento della riapertura e del rilancio di Boracay questa sia una destinazione migliore, eco-friendly, più sicura, e che i problemi riscontrati in passato non si ripresentino” ha dichiarato il Sottosegretario per lo Sviluppo Turistico Benito Bengzon Jr.

Il sottosegretario ha ribadito come il Dipartimento del Turismo (DOT) non abbia deviato dall’obiettivo di 7,4 milioni di turisti internazionali, nonostante la chiusura dell’isola, che si è rivelata un'opportunità per introdurre e aumentare la conoscenza da parte dei viaggiatori di altre mete turistiche nel Paese, confermando al contempo la forte brand reputation della destinazione. 

“L’aver mantenuto gli arrivi è un segnale molto forte sulla resistenza dell’industria, e dimostra la nostra velocità di adeguamento al mercato con iniziative di marketing, promozione e comunicazione che ci hanno portato a indirizzare in questi mesi i potenziali turisti verso destinazioni alternative alla più conosciuta Boracay”.

Nuovo aeroporto internazionale e nuove strutture alberghiere

Con lo stesso obiettivo di riqualificazione della destinazione vi sono anche sviluppi infrastrutturali come l’apertura del nuovo Aeroporto Internazionale di Mactan-Cebu (MCIA) e nuove strutture alberghiere che vengono aperte nelle diverse regioni.