3116

Location
per eventi

14162

Sale
meeting

340

Agenzie
e servizi

10979

Articoli
e recensioni

Agenzie di comunicazione, trend e fatturati in crescita

Agenzie di comunicazione, trend e fatturati in crescita

Secondo i dati forniti dalle Camere di Commercio crescono i fatturati e il tasso di crescita di società a capitale del settore comunicazione e marketing (escluse le agenzie media “pure”, ovvero i centri di raccolta pubblicitaria) sulla base dei bilanci depositati nel 2017 per il 2016 di quasi 5mila agenzie.

I fatturati 2016 confermano la provincia di Milano come leader nazionale del settore con 3.984.696.000 euro, in crescita del 10,32% sul 2015. Seguono Roma, con 628.438.000 e un solo +1,50%, e Torino con 349.794.000, +2.07% sull’anno precedente.Il tasso di crescita più importante tra i grandi centri abitati riguarda Gorizia con +124,50% e Brescia, +34,05%.

“Gli importanti aumenti di fatturato che hanno visto protagoniste sia le piccole e medie imprese sia le società più grandi – spiega Stefano Ferranti, fondatore di Strategie per Agenzie – confermano che in Italia enti pubblici e privati stanno investendo maggiormente nel mercato della comunicazione e del marketing. Il trend di crescita è confermato anche per il 2017, anche se non sono ancora disponibili i dati definitivi a causa della mancata consegna dei bilanci da parte di numerose società prese in esame.”

I numeri più interessanti emersi dall’indagine riguardano le piccole province: tra le prime dieci per media di ricavi (fatturato complessivo/numero agenzie sul territorio), dopo Milano con 2.962.599, compare Reggio Calabria con 2.201.800, seguono poi Torino con 1.706.312 euro, Novara, Rimini, Mantova, Modena, Trieste, Pescara e Bolzano. Prendendo in considerazione i tassi di crescita tra 2015 e 2016, le prime dieci posizioni sono ricoperte da province ancora meno popolose, molte dislocate tra centro e sud Italia: guida Gorizia con +124,50%, seguita da Ravenna (+53,25%), Caserta (+46,42%), Savona (+38,88%) Chieti (38,30%), l'Aquila (+37,14%), Imperia (35,47%), Brescia (+34,05%), Benevento (+33,02%) e Nuoro (+32,47%).