3116

Location
per eventi

14162

Sale
meeting

340

Agenzie
e servizi

10979

Articoli
e recensioni

Choice Hotels, primo Quality hotel in Repubblica Ceca

Choice Hotels, primo Quality hotel in Repubblica Ceca

Ha aperto il primo Quality Hotel in Repubblica Ceca, inaugurato da CPI Hotels, franchise partner di lunga data di Choice Hotels.

L’albergo è situato a Ostrava, vicino al centro storico, e prende il nome di Quality Hotel Ostrava City. Vanta 185 camere con tutti i comfort moderni, un centro benessere e sei sale conferenze che possono ospitare fino a 400 partecipanti. "I suoi servizi di prim'ordine e la posizione privilegiata fanno di questo hotel un eccellente esempio dell'efficienza del brand Quality", afferma soddisfatto Georg Schlegel, Managing Director, Germany & Central Europe, Choice Hotels.

"Riteniamo che l'hotel di Ostrava sia l’inizio perfetto per noi in quanto il brand Quality si inserisce perfettamente nella composizione strategica del nostro portfolio", spiega Jan Kratina, President e CEO di CPI Hotels. Choice Hotels ha già un hotel Clarion a Ostrava, che è gestito proprio da CPI Hotels. Nell'ultimo anno Choice Hotels ha anche introdotto il brand Comfort Hotels nel mercato ceco, nell'ambito di un accordo di sviluppo multiplo. Ci sono attualmente due hotel Comfort nel paese, a Olomouc e a Ústí nad Labem. È prevista l’apertura di un terzo all’inizio del 2020: dopo i lavori di ristrutturazione, il Comfort Hotel Prague City East offrirà 243 camere.

In CPI Hotels, Choice Hotels ha un partner in esclusiva al suo fianco con 20 anni di esperienza operativa nel franchising. Il suo portfolio, attualmente composto da nove hotel a marchio Clarion e due col brand Comfort, offre quasi 1.800 camere, per un totale che salirà a quasi 2.000 a partire da aprile.

In base all’accordo di sviluppo multiplo con CPI Hotels, si aggiungeranno altri Quality hotel dopo l'apertura del Quality Hotel Ostrava City. "Continuiamo a vedere un grande potenziale nel mercato ceco per l'ulteriore espansione del brand Quality", affermano Georg Schlegel e Jan Kratina a sostegno della strategia di crescita congiunta.