2959

Location
per eventi

13670

Sale
meeting

321

Agenzie
e servizi

10884

Articoli
e recensioni

Parte il progetto Art Journey di Copernico, tra i primi eventi il talk con Mogol

Parte il progetto Art Journey di Copernico, tra i primi eventi il talk con Mogol

Parte ufficialmente Art Journey, il progetto culturale sviluppato da Copernico – la rete di luoghi di lavoro e servizi dedicati allo smart working – che esplora interconnessioni e assonanze tra il mondo dell’arte, del business e del lavoro. L’arte è intesa come veicolo per ispirare i lavoratori e migliorare l’efficienza nelle aziende edel business attraverso un percorso artistico che si svilupperà all’interno degli spazi di Copernico a Milano e Torino.

Ideato e curato da Giorgia Sarti – fondatrice di diverse gallerie d’arte tra cui Whitelight Art Gallery, nata proprio tra le mura di Copernico Milano Centrale – il percorso si svilupperà nell’organizzazione di mostre, eventi e iniziative culturali che contamineranno tutti gli spazi di Copernico e accompagneranno ogni momento vissuto dalla sua community e non solo.

Tra i primi, il talk con l’artista e paroliere Alfredo Rapetti Mogol, l’esposizione collettiva internazionale di Mobile Art The Beauty Myth, la mostra personale dell’artista Eldi Veizaj Come il Fluido che scorre, Gardenia, la personale del fotografo Pietro Lucerni “Naked Moon” e la mostra “IN ITINERE” degli artisti Alfredo Rapetti Mogol, Riccardo Gusmaroli e Barbara Nejrotti.

“Art Journey consolida un percorso di esplorazione delle interconnessioni tra l’arte e il mondo del lavoro che con Copernico abbiamo iniziato nel 2016” commenta Giorgia Sarti, curatrice del progetto. “In soli 3 anni abbiamo prodotto venti mostre ed eventi culturali all’interno degli spazi di Copernico, raggiungendo un pubblico di migliaia di persone. Con Art Journey Copernico apre la porta ad una nuova forma di sinergia arte-business. Non solo arte per l’impresa ma impresa che si offre all’arte, in una forma di apertura straordinaria senza fini di lucro, dove il fine rientra in una logica di un vivere migliore all’interno del luogo di lavoro”.