3206

Location
per eventi

14473

Sale
meeting

340

Agenzie
e servizi

11111

Articoli
e recensioni

Torino: 5G e 300 droni per l'evento di San Giovanni

Torino: 5G e 300 droni per l'evento di San Giovanni

San Giovanni, il patrono di Torino, è stato festeggiato quest’anno con un evento che ha messo in primo piano l’avanguardia tecnologica.

L’evento 2019 è infatti stato realizzato con tecnologia 5G, che ha permesso di trasmettere le immagini dell’evento riprese da un drone sia in diretta televisiva sia in streaming.

La proiezione è avvenuta su un muro d’acqua di 63 per 15 metri, uno schermo del tutto particolare per le immagini tridimensionali.

Trecento droni hanno creato figure artistiche nel cielo di Torino, che hanno attirato l’attenzione di 38mila spettatori.

Con il progetto "Torino City Lab" si propone come un laboratorio aperto offrendo la città per la sperimentazione di soluzioni innovative, mettendo a disposizione un sistema di infrastrutture fisiche, tecnologiche, di relazioni e know-how per sperimentare e poi scalare le innovazioni proposte.

La politica di innovazione di Torino denominata "Torino City Lab" (TCL)ha un approccio globale che si basa su tre fasi: sperimentazione, adozione e scalabilità delle innovazioni. Nella fase di sperimentazione la città ha il ruolo di attrarre l'innovazione nel proprio territorio e facilitare la sperimentazione in un ambiente reale.

Il test tecnologico è solo una piccola parte della fase perché il vero test è l'interazione all'interno della città (cittadini, privati, soggetti pubblici) dove Torino gioca un ruolo chiave di semplificazione, collegando l'innovazione con l'ecosistema. Alla fase di adozione, in cui vengono definiti i modelli economici, tecnologici, legislativi e sociali, segue la fase di Scaling, in cui l'innovazione deve espandersi e dimostrare il proprio valore in termini di creazione di competenze, nuovi posti di lavoro e modelli a livello italiano e europeo. 


Al fine di aiutare le imprese attraverso questo sviluppo, il TCL coinvolge un vasto partenariato locale di soggetti del settore pubblico e privato interessati a sostenere e far crescere l'ecosistema locale dell'innovazione. Oltre ad avere l'intera città per testare le innovazioni, un team di esperti della città aiuta l'azienda a richiedere permessi e autorizzazioni al fine di ridurre i tempi di commercializzazione e i costi associati all'attività di test. L'ecosistema della Città che sostiene il progetto (grandi aziende industriali, utilities, università e mondo della ricerca, associazioni rappresentative) supporta l'azienda nella sperimentazione fornendo competenze e infrastrutture tecnologiche quando necessario.

La rete di partner del TCL ad oggi conta 7 principali partner industriali (TIM, Intel, Italdesign Giugiaro, Opinno, IGPdecaux, Reale Mutua, Intesa S.Paolo); 19 partner di ricerca come Università, incubatori, acceleratori e associazioni di imprese; 9 partner di servizi pubblici, tra cui l'Aeroporto di Torino e tutti i proprietari delle infrastrutture torinesi (approvvigionamento idrico, approvvigionamento energetico, trasporti pubblici, gestione dei rifiuti....); 3 partner internazionali (ENoLL, Ourcrowd, SRTIP, 5GAA).


Dal rilascio della piattaforma e del sito web di Torino City Lab nell'ottobre 2018 ad oggi, 22 progetti sono stati accolti all'interno dell’ “Open Lab" (lo strumento online "Free application" aperto a soluzioni che interessano qualsiasi settore delle smart city): su 14 progetti di testing sono stati valutati, ammessi e lanciati, 2 sono stati respinti e 6 sono in attesa della valutazione.