3247

Location
per eventi

14551

Sale
meeting

341

Agenzie
e servizi

11189

Articoli
e recensioni

Convention Bureau Roma e Lazio: +15% di eventi confermati e uno sguardo al futuro anche con UEFA Euro 2020

Convention Bureau Roma e Lazio: +15% di eventi confermati e uno sguardo al futuro anche con UEFA Euro 2020

Ammonta a 15,1 milioni di euro il fatturato generato dall’impegno del Convention Bureau Roma e Lazio in due anni sul territorio. Da ottobre 2017 a ottobre 2019 CBReL ha ricevuto 367 richieste di quotazione per realizzare eventi a Roma o nel Lazio di cui 55 sono stati confermati. La maggior parte di queste richieste proviene dall’Italia (132).

L’occasione per fare il punto della situazione è stata l’assemblea dei soci del CBReL che si è svolta il 3 dicembre 2019. Sono stati 30 gli eventi promozionali realizzati dal Convention Bureau Roma e Lazio di cui il 50% extraeuropei, tra questi: missioni, fiere, workshop b2b, side event. Durante questi sono stati presi contatti con più 1250 buyer di settore di cui il 93% internazionali. Questo ha fatto pervenire 232 richieste da mercati stranieri. In vetta quello nord americano con 49 Request For Proposal (RFP), immediatamente seguito da quello inglese con 41. Con un trend di crescita del 15% negli eventi confermati, sempre nel biennio 17/19, si sono registrati 68.670 pernottamenti.

Le richieste che pervengono al Convention Bureau Roma e Lazio giungono da agenzie per il 60%, associazioni per il 19%, corporate aziendale per l’8%, e dagli stessi soci per il 13%. Il coinvolgimento del consorzio viene richiesto soprattutto per supporto nella ricerca del giusto hotel (34%), poi per la location ideale dell’evento da realizzare, la venue (30%), a seguire l’allotment delle camere (15%), infine il supporto istituzionale in candidature per congressi o altri eventi (8%) e altri servizi (13%). Il settore da cui provengono le richieste per eventi è prevalentemente quello farmaceutico che detiene il 49% della domanda, seguito dalla tecnologia al 22%.

Cosa è accaduto nel 2019

Un 2019 con costanti impegni per il Convention Bureau Roma e Lazio che ha partecipato, spesso con successo, a importanti gare internazionali e a comitati organizzativi per eventi sul territorio.
Rimane costante l’impegno sul mercato cinese. Il Convention Bureau Roma e Lazio è stato l’unico rappresentante della meeting industry del territorio a firmare un accordo con Jane Jie Sun, chief executive officer director di uno dei più grandi colossi del turismo asiatico Trip.com. Sono state due le missioni in Cina, nel 2018 e nel 2019 e ce ne sarà una terza nel 2020, sempre congiunte con partner economici e istituzionali di levatura internazionale. Roma e il Lazio sono stati scelti come luoghi di destinazione dall’Italian Chapter e Italy at Hand. Il consorzio si è arricchito della nuova categoria “centri polifunzionali” raggiungendo 143 soci con ingressi di brand riconoscibili nel mondo (Teatro dell’Opera, Eataly, Vallelunga). Fondamentali alcune azioni di co-marketing come quella attivata con Trenitalia, e la partnership recente con l’Agenzia Roma Servizi per la Mobilità indispensabile per lo sviluppo logistico degli eventi in città.

Il futuro del Convention Bureau Roma e Lazio

Continua il processo di costruzione di Smart Mice Platform, in consegna nel 2020, una piattaforma digitale in grado di veicolare le informazioni legate al turismo congressuale di Roma e del Lazio, consentendo una più efficace azione di marketing territoriale. Permetterà l’integrazione dei servizi, strategie commerciali mirate, un rinnovato sistema di prenotazione e gestione dei dati e, quindi, anche migliori strategie di promozione internazionale su mercati specifici, in particolare Cina e Mediterraneo.
Dal 4 al 6 febbraio 2020 Roma accoglierà il Global Ceo Summit Congress Ufi (global association for the exhibitions industry) e IGCS a settembre 2020, congresso mondiale di ginecologia oncologica, che prevede la partecipazione di circa 3000 delegati.

Tra gli altri eventi del prossimo anno annotiamo IFHE 2020 (International Federation of Hospital Engineering a Rome) dal 23 al 28 maggio con oltre 1000 partecipanti: si celebra il cinquantesimo anniversario dell’organismo creato a Roma ed il tema prescelto riguarda le soluzioni ai problemi ambientali e il risparmio energetico. C’è poi l’IAES – International Atlantic Economy Society che svolgerà a Roma la 89^ conferenza internazionale, e l’Association des Franchisés Accor (AFA), che ha scelto Roma per il suo meeting internazionale.


Inoltre, Convention Bureau Roma e Lazio continuerà a supportare Roma Capitale nell’impegno per UEFA Euro 2020. In questa direzione anche l’attività per la Ryder Cup 2022, il terzo evento sportivo dopo le Olimpiadi e i Mondiali di Calcio che nell’ultima edizione ha portato 500.000 visitatori e 260 milioni di euro in volume di affari. Sempre per lo sport CBReL sostiene e supporta anche l’E-Prix, la Formula E, che nei piani doveva generare un impatto di 60 milioni di euro in 3 anni, ma ha già superato questa previsione con il sold out immediato di 35.000 biglietti contro la media dei 30.000 delle altre città.


Tra le grandi conquiste per gli anni a venire bisogna annoverare, nel 2022, finalmente a Roma, nel Centro Congressi la Nuvola, il congresso ESVS, European Society for Vascular Surgery, importantissimo per la ricerca di settore. In ambito europeo questo congresso pionieristiche nel settore. I 2500 partecipanti graviteranno sull’Eur anche per gli hotel, con facile collegamento al centro della città.


Un altro evento in cui valore dei delegati è superiore al loro numero è la General Assembly & Annual Meeting IAPCO, a Roma nel febbraio del 2021, dove si incontrano i più prestigiosi organizzatori professionali di congressi ed eventi al mondo. Convention Bureau Roma e Lazio con AIM Group International e EGA worldwide congresses & events porta così nella Capitale 118 società provenienti da 40 Paesi. IAPCO nel 2018 ha prodotto 18.662 meeting di cui il 27% internazionali, con un totale di 5.630.949 partecipanti, per un volume di affari di 9,1 miliardi di euro.

Commenta Onorio Rebecchini, presidente del Convention Bureau Roma e Lazio: “I risultati che riportiamo oggi sono frutto di un grande impegno, del lavoro pianificato e svolto. Ora bisogna avere la giusta autorevolezza tra competitor internazionali. Nell’action plan 2020 bisognerà tenere conto dell’importanza del sostegno alle candidature di Roma e Lazio a livello Istituzionale, quale valore aggiunto in grado di supportarci tra pari nello scenario mondiale.
Per Roma e il Lazio il nostro impegno è stato continuo, non solo per i congressi dai grandi numeri, ma soprattutto per il segmento incentive, cui il territorio si presta perfettamente, un impegno che continuerà nella promozione attraverso le fiere internazionali, gli eventi, il sostegno nelle candidature a diversi livelli.
Importantissime le nostre crescite, i nuovi soci, le nostre vittorie, ma considerando il domani, la strategia sarà rivolta a consolidare i risultati raggiunti, a supportare i nostri soci, a guardare alla sostenibilità quale focus centrale dei prossimi eventi, assieme alla digitalizzazione. Per questo lanceremo il prossimo anno Smart MICE Platform quale strumento innovativo per raggiungere i potenziali buyer e per rafforzare il brand”.