3301

Location
per eventi

14722

Sale
meeting

343

Agenzie
e servizi

11300

Articoli
e recensioni

Confindustria Dispositivi Medici: apertura ai periodi di restrizione

Confindustria Dispositivi Medici: apertura ai periodi di restrizione

“Fino al 31 dicembre 2020 è consentito organizzare, partecipare e sostenere senza limitazione alcuna di periodo, gli eventi organizzati in Italia nei capoluoghi di Regione e di Provincia e in località ove presenti strutture sanitarie e/o universitarie di rilievo. Restano ferme le disposizioni per gli eventi organizzati all’estero per i quali dovranno essere osservati i periodi di stagionalità ivi previsti.”

Questa la decisione del Consiglio Generale di Confindustria Dispositivi Medici, che per far fronte  al sostegno della situazione venutasi a creare a causa dell'emergenza Covid-19, anche a seguito della richiesta pervenuta dal mondo scientifico, dall’associazione dei provider e dalle associazioni alberghiere, ha approvato in via straordinaria per l’anno 2020 di concedere una apertura ai periodi di restrizione previsti dal codice etico per l’organizzazione degli eventi nei seguenti periodi:

1-giugno – 30 settembre per le località di mare

15 dicembre – 31 marzo, nonché 15 giugno-15 settembre per le località di montagna

Questo ferme restando tutte le disposizioni vigenti volte a garantire la massima sobrietà previste del codice etico.

Questo il contenuto della FAQ n.34 utile a ovviare a qualunque contestazione possibile:

Un’impresa associata può organizzare o sostenere un evento presso hotel o strutture in luoghi di villeggiatura che offrano servizi ricreativi e opportunità di intrattenimento?

No, in linea di principio sono da intendersi non adeguate quelle location che potrebbero risultare di interesse prevalente rispetto alla semplice funzionalità di supporto all’attività scientifica. Sono da considerarsi più in generale non adeguate quelle location ove l’immagine al pubblico potrebbe risultare prevalente rispetto al carattere scientifico. A titolo esemplificativo, ma non esaustivo, rientrano tra le strutture ricettive e location non appropriate: navi da crociera o altri mezzi di trasporto/treni, villaggi turistici, resort, centri sportivi invernali o per sport d’acqua, stadi, rifugi alpini, strutture in cui l’attività principale sia di centri benessere e spa, strutture termali, castelli, musei, casinò, golf, parchi tematici e di intrattenimento, teatri e cinema, parchi zoologici, acquari, orti botanici, tenute agricole/vinicole, masserie, agriturismi.