3285

Location
per eventi

14489

Sale
meeting

351

Agenzie
e servizi

11602

Articoli
e recensioni

Pubblicato il decreto che eroga 20 milioni agli operatori di fiere e congressi: al via le domande dal 26 ottobre

Pubblicato il decreto che eroga 20 milioni agli operatori di fiere e congressi: al via le domande dal 26 ottobre

Il decreto del 3 agosto firmato dal ministro per i Beni e le Attività Culturali Dario Franceschini per gli operatori delle fiere e dei congressi è stato ufficialmente pubblicato. Il DM riportava come “una quota, pari a euro 20 milioni per l’anno 2020, del Fondo emergenze imprese e istituzioni culturali di cui all’articolo 183, comma 2, del decreto-legge 19 maggio 2020, n. 34, convertito, con modificazioni, dalla legge 17 luglio 2020, n. 77, è destinata al ristoro delle perdite subite dagli operatori a causa della cancellazione, dell’annullamento o del rinvio di fiere e di congressi in seguito all'emergenza epidemiologica da Covid-19”.

La sua pubblicazione rende effettivo il decreto del 3 agosto, che può essere attuato secondo le modalità descritte. La notizia era ovviamente molto attesa nel settore della meeting industry e delle fiere, e qui vi riportiamo le principali informazioni.

A chi si rivolge

Il provvedimento si rivolge agli operatori nel settore delle fiere e dei congressi per il loro sostegno, a seguito delle misure di contenimento da Covid-19. L’avviso è rivolto agli enti fiera e ai soggetti con codice Ateco principale 82.30.00 e ai soggetti erogatori di servizi di logistica e trasporto e di allestimenti che abbiano una quota superiore al 50% del fatturato derivante da attività riguardanti fiere e congressi.

Per potere presentare domanda di contributo gli operatori devono avere subito un calo di fatturato per la cancellazione, l’annullamento o il rinvio, a causa dell'emergenza epidemiologica da Covid-19, di almeno un evento fieristico o congressuale in Italia o all’estero in calendario nel periodo compreso tra il 23 febbraio 2020 e il 30 settembre 2020. 

Tra gli altri requisiti c’è anche quello di avere la sede legale in Italia. 

Come presentare le domande

La procedura per la presentazione delle istanze è automatizzata e deve avvenire tramite la compilazione di un format che si trova nello sportello telematico predisposto. 

Quando presentare le domande 

Lo sportello sarà attivo a partire dal 26 ottobre 2020 alle ore 10 e fino al 9 novembre 2020 alle ore 17, per 15 giorni consecutivi. Dalla data di apertura dello sportello sarà disponibile anche un servizio di assistenza per la compilazione delle istanze, i cui contatti devono ancora essere resi noti.