3290

Location
per eventi

14501

Sale
meeting

357

Agenzie
e servizi

11663

Articoli
e recensioni

Dagli Usa uno strumento per calcolare il rischio contagio. Ma funziona per gli eventi?

Dagli Usa uno strumento per calcolare il rischio contagio. Ma funziona per gli eventi?

Arriva direttamente dagli Usa un tool che permette di calcolare il grado di rischio per i partecipanti di un evento, di un incontro in famiglia o tra amici. Lo strumento si chiama Covid-19 Risk Assestment Planning Tool ed è stato ideato dal Georgia Insitute of Technology in vista della imminente Festa del Ringraziamento negli Usa, il prossimo 26 novembre, ma permette di calcolare il rischio anche nei Paesi europei e in Italia.

Aprendo l’app, che è gratuita, si seleziona come prima cosa il numero di partecipanti previsti, da 5 a 5mila, e si cerca sulla mappa la destinazione a cui si è interessati per ottenere la stima del rischio espressa in percentuale. Per esempio, selezionando 25 persone a Milano si ottiene un grado di rischio pari al 93% (dati aggiornati al 15 novembre).

Il calcolo del rischio di contagio viene effettuato dal Covid-19 Risk Assestment Planning Tool sulla base dei dati di sieroprevalenza, ovvero la stima della diffusione di Covid-19 attraverso il test sierologico e sull’incidenza dei casi. Ovviamente, come ricordano gli ideatori dello strumento, il rischio si riduce indossando mascherine, rispettando il distanziamento e ricorrendo spesso al lavaggio delle mani.

Il calcolo del rischio di un evento: tanti i fattori da considerare

Da qui la precisazione che, per quanto possa risultare uno strumento utile, i valori vogliono essere soltanto un’indicazione. Lo ricordano anche gli ideatori dello strumento, che vanno cauti soprattutto nel caso si voglia utilizzarlo per calcolare il livello di rischio di un evento.

Il rischio di contagio effettivo dipende infatti da molteplici fattori che il tool non può calcolare, soprattutto per quanto riguarda la partecipazione a un evento. Fattori non calcolati sono per esempio se si tratta di un evento indoor o outdoor, se le misure anti-contagio sono rispettate, quale è la qualità della ventilazione nella location e così via.

Una riflessione che riporta al concetto di evento sicuro e di come l'osservanza delle misure di sicurezza facciano la differenza rispetto ai cosiddetti assembramenti,  e di come, infine, di questo servirà tenerne conto per riportare gli eventi in presenza appena sarà possibile. 

Leggi anche:

Federcongressi&eventi presenta il documento per valutare il rischio biologico degli eventi