3296

Location
per eventi

14517

Sale
meeting

360

Agenzie
e servizi

11702

Articoli
e recensioni

Sicurezza e fiducia: gli eventi nel 2021 secondo il Global Forecast di American Express Meetings & Events

Sicurezza e fiducia: gli eventi nel 2021 secondo il Global Forecast di American Express Meetings & Events

Eventi ibridi, destinazioni di prossimità, protocolli igienico-sanitari e misure di sicurezza: la conferma di quelli che ormai sono delineati come i trend 2021 della meeting industry internazionale arriva anche dal Global Meetings and Events Forecast di American Express Meetings & Events.

L’indagine, che è stata realizzata attraverso interviste a circa 600 tra professionisti dell’organizzazione eventi e fornitori della filiera, individua quattro fattori principali secondo i quali gli eventi in presenza verranno valutati per il prossimo anno: sicurezza dei partecipanti, flessibilità economica, distanziamento e protocolli sanitari.

Nel dettaglio:

  • per il 68% conta la sicurezza dei partecipanti 
  • il  59% chiede condizioni di flessibilità contrattuale e politiche di cancellazione
  • per il 77% il distanziamento tra le persone è indispensabile
  • il 52% organizzerebbe un evento in presenza solo se vengono attuati precisi protocolli sanitari

 

Tipologia, durata e previsioni di spesa

Per quanto riguarda la tipologia degli eventi, il 21% degli intervistati il prossimo anno organizzerà perlopiù piccoli meeting indipendentemente dal format (di persona, ibrido e virtuale), mentre la previsione della durata è di 1,5 giorni per gli eventi in presenza con piccoli gruppi fino ai 3,1 giorni per viaggi incentive e grandi eventi. La durata media degli eventi virtuali e ibridi è invece misurata in ore e si va dalle 7,8 ore per conferenze e fiere digitali a 3,1 ore per i meeting più piccoli. 

Secondo l’indice di American Express, il costo per giorno per partecipante andrà da 426 dollari americani, poco più di 360 euro, fino a 906 dollari, pari a 766 euro, per gli incentive e gli eventi più grandi. Confrontata con i dati dell’anno precedente, le previsioni si attestano da -1.3% a -2.7% per le fiere e le conferenze, mentre fino a -6% per i meeting.

Hotel e spazi meeting

Gli hotel di fascia media continueranno a essere le location più scelte dagli organizzatori (36,9%), seguiti dalle location non convenzionali (16.8%), resort (16.2%) e strutture di lusso (15.4%). Gli organizzatori si aspettano di trovare spazi meeting disponibili nel 2021, ma di avere più difficoltà a prenotarli nel 2022. 

Le caratteristiche più ricercate sono ampi spazi e la tecnologia per supportare format ibridi, sia per quanto riguarda la connessione wifi sia per la strumentazione tecnica. 

Per quanto riguarda le destinazioni, per gli eventi in presenza vincono quelle di prossimitàin città relativamente piccole e in aree suburbane, soprattutto se facilmente raggiungibili. Le destinazioni internazionali sono meno considerate, per via delle limitazioni nelle travel policy e per le procedure necessarie soprattutto in un periodo di grandi incertezze come quelle causate dall'andamento della pandemia di Covid-19.

L'importanza della fiducia

Il rapporto tra organizzatori, fornitori, clienti e partecipanti sarà molto importante nel 2021 e si baserà soprattutto sulla reciproca fiducia

Linda McNairy, vice president, Americas, American Express Meetings & Events ha spiegato, “La fiducia sarà la risposta. Ora il duty of care è diventato un tema centrale a tutela dei partecipanti, sia in occasione di eventi in presenza sia per quelli virtuali".