3294

Location
per eventi

14496

Sale
meeting

360

Agenzie
e servizi

11765

Articoli
e recensioni

Formazione Ecm: un anno di pandemia verso la riapertura - Intervista ad Alberto Iotti di Federcongressi&eventi

La formazione Ecm, ovvero il sistema di educazione continua in medicina, nell'ambito dell'organizzazione eventi è un tema molto delicato se pensiamo che coinvolge medici e operatori sanitari, da un anno in prima linea contro la pandemia. La formazione per questa categoria di professionisti è obbligatoria, ma come tutti gli altri, anche gli eventi medico-scientifici si sono fermati.

Dal canto loro, i provider Ecm, cioè le società che organizzano corsi ed eventi Ecm, hanno subito un duro colpo: un quarto di loro nel corso del 2020 non ha erogato nemmeno un corso. E se digitale e ammortizzatori sociali hanno costituito un qualche appoggio per questo settore, è indubbio che solo con la riapertura degli eventi in presenza si avrà una ripartenza. E poi c'è, per l'appunto, la necessità degli operatori sanitari stessi di tornare a fruire di quella formazione così fondamentale per la loro professionalità.

E dunque: è possibile parlare di riapertura degli eventi medici? Quali condizioni servono? Quali sono le prospettive temporali? E quali sono, invece, le conseguenze di uno stop a oltranza? Un viaggio, quello nella formazione Ecm, che noi abbiamo compiuto con Alberto Iotti, coordinatore Gifes Gruppo Italiano Formazione ECM in Sanità e Responsabile Provider ECM di Federcongressi&eventi, che ci ha spiegato cosa è successo durante la pandemia, come il settore è cambiato e come è possibile parlare di ripartenza.