3271

Location
per eventi

14351

Sale
meeting

362

Agenzie
e servizi

11949

Articoli
e recensioni

Nuovo Decreto Riaperture: cosa viene anticipato al 15 giugno

Nuovo Decreto Riaperture: cosa viene anticipato al 15 giugno

Il nuovo decreto-legge sulle riaperture è stato pubblicato nella tarda serata del 18 maggio in Gazzetta Ufficiale. Nel testo viene confermata all'articolo 9 la possibilità di organizzare in zona gialla e a partire da 15 giugno le feste e i ricevimenti a seguito di cerimonie civili e religiose. Si confermano, all'articolo 10, anche i corsi di formazione dal primo luglio "nel rispetto dei protocolli e delle linee guida ai sensi dell'articolo 1, comma 14, del decreto-legge n.33 del 2020" così come riportato nel testo del decreto. Congressi e convegni invece non vengono nominati e questo fa dedurre che resta confermata la data della ripartenza del primo luglio così come indicato dal precedente decreto e contrariamente a quanto dicevano le anticipazioni sul decreto stesso. 

Il testo smentisce infatti quelle che erano stato riportato fino alla sera del 18 maggio e cioè prima della firma da parte del presidente Sergio Mattarella e la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del decreto n. 65. Ossia la riapertura al 15 giugno anche di congressi e convegni.  Anche noi avevamo raccontato del possibile anticipo, ma purtroppo la conferma non è arrivata. 

Il nuovo Dl fa infatti esplicito riferimento solo agli eventi sportivi, per cui si ammette anche la presenza del pubblico per tutte le competizioni: dal primo giugno all'aperto e dopo un mese, dal primo luglio, anche indoor, ma con un limite della capienza fissato al 25% e sempre sotto la soglia dei mille partecipanti all'aperto e dei 500 al chiuso.

Per quanto riguarda invece cerimonie e ricevimenti, è confermata la necessità per chi partecipa di essere in possesso del green pass, ossia del certificato di vaccinazione già in uso per spostarsi nelle regioni arancioni o rosse, o di un tampone negativo effettuato nelle 48 precedenti all'evento e sempre secondo i protocolli, come per i corsi di formazione, ai sensi dell'articolo 1, comma 14, del decreto-legge n.33 del 2020.