3271

Location
per eventi

14351

Sale
meeting

362

Agenzie
e servizi

11949

Articoli
e recensioni

In zona bianca anticipano congressi ed eventi

In zona bianca anticipano congressi ed eventi

Dal 31 maggio sono tre le regioni italiane in zona bianca, ossia Molise, Friuli Venezia-Giulia e Sardegna. E secondo le previsioni, altre potrebbero seguire già a partire dalla prossima settimana. La domanda è una: in zona bianca si possono fare eventi e congressi

La risposta è contenuta nel documento 21/72/CR04/COV19 sulle zone bianche della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome che indica che sì, è prevista “l’anticipazione al momento del passaggio in zona bianca delle riaperture delle attività economiche e sociali per le quali la normativa vigente (d.l. n.52/2021 e d.l. n.65/2021) dispone già la riapertura in un momento successivo”. 

Quindi anche eventi e congressi sono anticipati in zona bianca, così come fiere, corsi di formazione e matrimoni (questi con il green pass). Ecco cosa sapere su eventi e congressi. 

Zona bianca per eventi e congressi 

Secondo una stima di Coldiretti, entro la metà di giugno, si troveranno in zona bianca quasi 7 italiani su 10. Dal 7 giugno dovrebbero infatti passare in zona bianca anche Abruzzo, Liguria, Veneto e Umbria. La settimana successiva poi, dal 14 giugno, dovrebbe toccare anche a Lazio, Lombardia, Piemonte, Emilia Romagna, provincia di Trento e Puglia.

Come abbiamo già visto, anche le attività che nel decreto-legge del 18 maggio avevano una data di ripartenza successiva, possono anticiparla al momento del passaggio in zona bianca. Quindi, i congressi nelle zone bianche non dovranno attendere il primo luglio, quando cioè si potranno organizzare anche in zona gialla. A ribadirlo è la stessa ordinanza ministeriale del 29 maggio firmata dal ministro Roberto Speranza, proprio quella  che ha decretato la zona bianca per Friuli-Venezia Giulia, Molise e Sardegna che indica il riferimento alle “Indicazioni della conferenza delle Regioni e delle Province autonome sulle zone bianche” sulle modalità di riapertura.

Regole e protocolli 

Come specificato dall’articolo 13 del decreto legge del 18 maggio, esiste solo un criterio per entrare in zona bianca. L’unica regola è che un territorio deve contare meno di 50 casi di Covid-19 per ogni 100mila abitanti per tre settimane consecutive. Il che consente, oltre alla ripresa delle attività, anche di abolire il coprifuoco, altro elemento che potrebbe “aiutare” la ripresa degli eventi in orari serali.  

Il riferimento da seguire per la riapertura dei congressi sono le linee guida per la riapertura delle attività economiche e sociali della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome. Le linee guida sono aggiornate al 20 maggio 2021, con indicazioni per congressi, eventi, fiere e catering. Su tutte, vigono quelle del distanziamento fisico, dell’obbligo di dispositivi di protezione  e della sanificazione.