3268

Location
per eventi

14337

Sale
meeting

363

Agenzie
e servizi

11980

Articoli
e recensioni

Le novità tra aperture e nuove misure in Europa e UK

Le novità tra aperture e nuove misure in Europa e UK

Oltre alla vincita degli Azzurri agli Europei di calcio, e in qualche modo collegati a essi, In Italia si parla molto della variante Delta del coronavirus. L’antidoto alla sua diffusione, prevista in Italia entro la fine di agosto al 90% tra i casi di contagio, viene individuato in Europa sempre più con i vaccini. In questo senso alcuni Paesi stanno già cambiando le regole di accesso agli eventi e ai luoghi pubblici in favore di chi è in possesso del green pass, ossia della vaccinazione completa o di un test negativo al Covid-19 valido per 48 ore. Altri come il Regno Unito allentano le misure in vista delll’immunità di gregge. 

In Italia nessuna ulteriore restrizione è prevista, se non il possibile ritorno di alcune regioni in zona gialla. Anche se questo si avverasse, nulla cambia per la possibilità di organizzare eventi, congressi e convegni, restando valido il decreto Riaperture che come sappiamo dal primo luglio ne ha sancito il via libera in osservazione dei protocolli di sicurezza. 

Guarda la videointervista: Green Pass e congressi: cosa serve sapere

Gran Bretagna: dal 19 luglio via le restrizioni e sì ai grandi eventi

Il premier britannico Boris Johnson ha confermato lo stop di tutte le restrizioni a partire dal 19 luglio 2021. Non ci saranno più regole come l’obbligo di mascherina, neanche al chiuso, ristoranti e pub non dovranno più garantire il distanziamento fisico così come i teatri e i cinema e il via libera è anche per i grandi eventi.

In particolare, il segretario alla Salute Sajid Javid si è rivolto agli organizzatori di eventi inglesi invitandoli a richiedere il green pass - l'equivalente britannico si chiama NHS Covid Pass - con la sospensione delle misure anti-contagio. Il consiglio, non si tratta di una disposizione di legge, sarebbe dunque quello di ammettere solo partecipanti vaccinati o con un test valido negativo al Covid 19. 

Intanto, il governo britannico punta a raggiungere l’immunità di gregge a breve, arrivando alla decisione di far cadere le misure di sicurezza anti-contagio sulla base dei calcoli su contagi, ospedalizzazioni e decessi. Resta il monito di Johnson alla prudenza e al buon senso, con i sondaggi che mostrano l’opinione pubblica inglese molto cauta sull’abbandono dei divieti. 

Green Pass per eventi con più di 50 persone in Francia

È recente l’annuncio del presidente Emmanuel Macron che, in una diretta TV alla nazione, ha illustrato le nuove misure adottate per contenere la diffusione del Covid-19 e in particolare proprio della sua variante Delta. Tra queste, anche l’obbligo di presentare il green pass per gli eventi con più di 50 persone a partire dal 21 luglio 2021, contro la soglia attuale di 1.000 persone. Il green pass sarà anche necessario per accedere a cinema e treni e da agosto verrà richiesto nei ristoranti e sui treni. 

In Catalogna nuove misure per i grandi eventi

Anche la Spagna, e più esattamente la Catalogna, sta reintroducendo alcune delle restrizioni per mitigare il rischio di contagio da Covid. Per ora, per quanto riguarda gli eventi, gli accorgimenti riguardano solo le grandi manifestazioni all'aperto con più di 500 persone: per partecipare è richiesto un certificato vaccinale. Si tratta invece di chiusura, ma solo nel weekend, per le discoteche e i locali notturni.

A Malta ammessi solo con green pass

Per entrare a Malta dal 14 luglio 2021 è necessario presentare un certificato vaccinale rilasciato dopo almeno 14 giorni dalla data della seconda dose di vaccino anti Covid 19 (o dose singola in caso di vaccino Johnson & Johnson). Si deve essere dunque in possesso di un certificato di vaccinazione maltese o del certificato digitale Covid Ue o rilasciato dal Regno Unito.