3260

Location
per eventi

14284

Sale
meeting

358

Agenzie
e servizi

12071

Articoli
e recensioni

45 studenti del Master THEM diventano destination strategist per Turespaña

45 studenti del Master THEM diventano destination strategist per Turespaña

Sono 45 i giovani talenti nel Tourism, Hospitality & Event Management al lavoro per progettare 4 nuove idee e iniziative promo-commerciali per un nuovo approccio al destination marketing della destinazione Spagna. L’Ufficio Spagnolo del Turismo in Italia (TURESPAÑA) ha infatti affidato ai giovani masterini del Master THEM della BeAcademy, unico patrocinato da MPI Italia dal 2016, l’innovazione di strategie e progetti per il piano d’azione 2022.

Turismo del lusso, MICE, Turismo ed eventi sostenibili, Digital marketing le quattro direttrici lungo le quali si snodano le progettualità che i 45 giovani masterini della BeAcademy, divisi in quattro team di lavoro, stanno sviluppando con approccio analitico. Questo grazie al coordinamento scientifico di quattro rappresentanti del mondo accademico dell’Ateneo universitario di Catania, città d’origine dell’Academy.

La partnership avviata dall’Ufficio Spagnolo del Turismo in Italia e BeAcademy lo scorso 22 febbraio entra così nel vivo. Le quattro progettualità sviluppate saranno oggetto di una award competition nell’ambito del Destination Gala, evento autunnale che premierà il progetto più innovativo e lungimirante, valutato da una commissione di esperti della meeting & tourism industry ed esponenti della stampa di settore, in collaborazione con MPI Italia.

“Il luxury travel è un segmento della domanda turistica molto promettente per tutti i Paesi del bacino mediterraneo, alcuni dei quali - come la Spagna - sono già attrezzati con un'offerta ricettiva del lusso che è competitiva rispetto ad altre destinazioni concorrenti. Per uno sviluppo di questo mercato, il tema cruciale oggi è come legare il lusso delle strutture ricettive all'immagine e alle caratteristiche dei territori turistici e come intercettare nuovi segmenti di domanda dalle fasce di consumatori alto-spendenti (nel B2C) e delle medio-grandi aziende (nel B2B) che, attraverso il lusso, si rivolgono già a mercati di nicchia. Per questo obiettivo, occorrono sicuramente nuove idee di prodotto, nuovi format di eventi ed esperienze, ma anche nuove professionalità capaci di coniugare qualificate competenze di destination management ed originali capacità di narrazione dei territori” ha dichiarato Rosario Faraci, Professore Ordinario di Economia e Gestione delle Imprese al Dipartimento di Economia e Impresa dell’Università degli Studi di Catania, coordinatore del team di lavoro dedicato al turismo d’alta gamma.

“La crisi pandemica ha colpito duramente i sistemi economici, provocando il collasso del sistema turistico. Occorre ripartire con un piano di investimenti come quello previsto dal piano nazionale di ripresa e resilienza. Il piano prevede infatti investimenti in cultura e turismo per circa 6,5 miliardi di euro nei prossimi 5 anni”. –ha commentato Marco Platania, Professore e Ricercatore di Economia Applicata al Dipartimento di Scienze della Formazione dell’Università degli Studi di Catania, coordinatore del team di lavoro MICE. “Un uso efficace delle risorse economiche passa anche attraverso la qualificazione delle risorse umane. L’ideazione di una proposta per la valorizzazione MICE della Spagna nei confronti del mercato italiano dei meeting & event professional rappresenta un banco di prova affascinante per coloro che intendono investire il loro futuro professionale in questo settore. La proposta formativa di Be Academy è inoltre particolarmente innovativa, grazie alla formula del Gala meeting che permette agli studenti l’approfondimento ai principali temi del Destination Management in una modalità learning by doing”.

Salvatore Cannizzaro, Professore Associato di Geografia al Dipartimento di Scienze Umanistiche dell’Università di Catania, coordinatore del Team di lavoro sulla Sostenibilità ha sottolineato come: “Riuscire a coniugare la cultura e il patrimonio culturale con lo sviluppo locale, l’identità territoriale e collettiva è operazione complessa che abbisogna di una strategia di sviluppo del territorio e della comunità, attraverso un approccio culturalmente sensibile, responsabile, ecosostenibile. Una strategia che prende avvio da input provenienti dal basso, come per esempio da giovani studenti futuri professionisti del mondo turistico, è la chiave giusta per innescare processi virtuosi di sviluppo territoriale in destinazioni e al fianco di istituzioni sensibili, come la Spagna”.

"Il digital marketing - ha aggiunto Davide Bennato, Professore associato di Sociologia dei Processi Culturali e Comunicativi al Dipartimento di Scienze Umanistiche dell’Università degli Studi di Catania, e coordinatore del Team di lavoro Digital:ha bisogno di un approccio che focalizzi la sua attenzione sulla dimensione esperienziale, in questo senso lavorare sulla Spagna come destinazione per il turista italiano è un tema davvero sfidante" concludendo come: “Il project work del Master THEM mi sembra un ottimo modo per coinvolgere gli studenti su problemi reali legati al mondo del marketing turistico, specialmente in un periodo come quello della pandemia che ha radicalizzato delle difficoltà del settore”.

“La selezione degli argomenti dei 4 gruppi di lavoro del Master THEM è direttamente correlata al nostro obiettivo principale, che non è altro che promuovere un turismo di qualità e responsabile con la destinazione. Inoltre dobbiamo continuare ad essere un riferimento internazionale nel turismo MICE. La Spagna è l'unico paese che ha 2 città Madrid e Barcellona nella top 5 della classifica ICCA, e negli ultimi anni si è consolidata come riferimento all'interno del “club” delle destinazioni di lusso In tutto il mondo. Luoghi come Maiorca, Madrid, Barcellona, Pamplona, San Sebastián, Marbella o Minorca hanno registrato una grande crescita in questo segmento negli ultimi anni. Le grandi catene alberghiere hanno realizzato grandi investimenti a Madrid, ad esempio, le nuove aperture di hotel di lusso in edifici storici di Mandarin Oriental, Marriot Starwood o Four Seasons porteranno l'offerta ricettiva della città a un livello di esclusività mai visto. Ma tutto questo non sarebbe possibile senza il rispetto dell'ambiente e per questo è necessario tenere in considerazione tutti gli aspetti legati alla sostenibilità sia quando si organizza un evento che quando si gestisce una destinazione"  ha dichiarato Jorge Rubio Navarro, Direttore dell’Ufficio del Turismo Spagnolo di Roma. “La Spagna ha creato un Destination Network Smart Tourism proprio per poter canalizzare tutte le iniziative di digitalizzazione e sostenibilità nella progettazione e nello sviluppo di una destinazione turistica. Infine, se non comunichiamo ciò che facciamo e non mostriamo ciò che offrono le nostre destinazioni, tutto questo sforzo sarebbe inutile. In questo senso, il marketing digitale è il nostro principale alleato sia per il canale B2C che per il B2B. Non vediamo l'ora di vedere i risultati del lavoro di ricerca dei 4 team di Master THEM, poiché sicuramente ci aiuteranno a comprendere meglio la nostra situazione attuale e a sviluppare nuove iniziative che potrebbero sorgere nel prossimo anno".

“Siamo entusiasti del lavoro in corso e grati ai docenti dell’Ateneo di Catania che stanno dando grande valore aggiunto alla prima fase del Destination Gala project con la loro visione, metodo, esperienza e scientificità" ha commentato Benedetto Puglisi, Direttore dell’Academy. “Turespana è una best practice per attenzione verso la formazione di settore ed è stata la prima a sposare il nostro progetto diventando main partner del Master THEM 2021. Il progetto vincitore sarà uno, ma confidiamo nella eccellenza e valore di tutte le quattro progettualità che potranno quindi confluire nell’action plan promo-commerciale 2022 della Spagna e rendere i nostri masterini artefici di innovazione e creatività” ha concluso Alessia Di Raimondo, Direttore Operativo BeAcademy e ideatrice del Destination Gala.