3336

Location
per eventi

14988

Sale
meeting

398

Agenzie
e servizi

13150

Articoli
e recensioni

Osservatorio Confindustria Alberghi STR: la fotografia del settore alberghiero e il confronto internazionale

Osservatorio Confindustria Alberghi STR: la fotografia del settore alberghiero e il confronto internazionale

“L’aumento dei flussi turistici dall’estero, l’interesse verso le aree interne del paese, sono opportunità che rendono necessario lo sviluppo di nuove soluzioni a sostegno delle imprese per mantenere alta la competitività. Grazie al nuovo Osservatorio, da oggi le aziende associate a Confindustria Alberghi hanno a disposizione uno strumento potenziato in grado di leggere i dati di performance economici specifici del settore alberghiero comparandoli anche con i risultati dei principali competitor europei – ha dichiarato Maria Carmela Colaiacovo, Presidente di Associazione Italiana Confindustria Alberghi in della presentazione del nuovo osservatorio che si è tenuta a Milano il 27 febbraio. 

Il nuovo osservatorio Confindustria Alberghi STR CoStar, nato nel 1998 come strumento interno per le imprese, dal 2009 è stato affidato a STR, leader mondiale nell'analisi comparativa nel settore alberghiero, un passaggio importante che ha reso le analisi delle principali città italiane comparabili con quelle estere. Il nuovo step è un complessivo potenziamento con l’inserimento di 7 nuove aree censite e della possibilità di monitorare specifici segmenti di mercato. Un’esigenza sempre più crescente in un contesto di mercato dove lo sviluppo è destinato a passare attraverso la crescita dei viaggiatori internazionali e la concorrenza non si gioca più a livello locale, ma globale.

L’incontro è stato anche occasione per un’analisi delle performance 2023 delle imprese alberghiere in Italia nel confronto con i competitor internazionali. Alina Minut, Senior Account Manager – Italy di STR CoStar ha presentato un’analisi completa del 2023, il primo anno di effettiva ripresa post covid. 

I risultati dell’Osservatorio

L’Europa ha complessivamente performato meglio di nord America e Asia, ma è l’Italia nel confronto interno al vecchio continente ad aver fatto registrare i numeri migliori.

Nel confronto con il 2022, in termini di occupazione camere, gli alberghi di Roma, Milano e Firenze hanno fatto registrare rispettivamente +10, +13 e +14%, a fronte del +4% di Parigi e +9% di Madrid, +8% di Berlino, +9% Londra. Segno di un particolare dinamismo del nostro mercato che - sempre secondo i dati STR - continua anche nel primo trimestre 2024 che fa registrare prenotazioni in crescita: Roma +3%, Milano +6%, Parigi -2%, Madrid e Londra +3%.

Elena Di Raco, Market Research and Statistics Manager e Marketing and Promotion Direction di ENIT ha offerto invece un’analisi a tutto tondo del settore turismo. I dati ISTAT confermano il trend positivo del turismo internazionale (+14% di arrivi, +10,7% di presenze) e per il 2024 i dati ISNART per ENIT-Unioncamere, indicano già vendute il 40% delle camere disponili nelle strutture ricettive italiane per tutto il primo trimestre (42,6% gennaio, 42,5% febbraio, 39,8% marzo, 41,7% aprile).

Ringraziamo Confindustria Alberghi per la collaborazione di lunga durata e per aver facilitato questo incontro, importante sotto almeno due aspetti: ribadisce l’importanza del monitoraggio costante dei dati, non solo nella propria destinazione ma a livello internazionale, essenziale in un clima cosi dinamico e competitivo come quello vissuto dal settore alberghiero al giorno di oggi; sottolinea anche la necessità di crescere ulteriormente il numero dei partecipanti per rendere l’Osservatorio uno strumento sempre più utile e agibile ai fini della pianificazione e dalla presa di decisioni strategiche e informate - ha dichiarato Alina Minut, Senior Account Manager – Italy di STR CoStar.”

“Disporre di dati, possedere e ricercare skill per analizzarli al fine di trarne i giusti utilizzi sono elementi essenziali per la competitività delle imprese e dei sistemi economici, nel senso di assumere decisioni strategiche con un vantaggio competitivo. In altri termini - ha sottolineato Magda Antonioli Corigliano, Professoressa Università Bocconi e Vice Presidente di ETC - andare oltre la semplice intuizione, porta l’imprenditore ad una maggior conoscenza nelle decisioni, essenziale per il successo nel processo di adattamento ai mutamenti e alle sfide del mercato”.

Un percorso sottolineato anche nel suo intervento da Antonio Ducceschi, Chief Commercial Officer di Starhotels che ha posto l’attenzione sul ruolo ormai imprescindibile dell’analisi dei dati a supporto della strategia aziendale.