3336

Location
per eventi

14988

Sale
meeting

398

Agenzie
e servizi

13150

Articoli
e recensioni

Aim International consegue la certificazione ISO 20121 e nomina un manager della sostenibilità

Aim International consegue la certificazione ISO 20121 e nomina un manager della sostenibilità

Aim Group International annuncia due nuove tappe cruciali che rafforzano il suo progetto di sostenibilità. Il gruppo, importante realtà nei congressi, eventi e servizi di comunicazione ha conseguito la certificazione ISO 20121 per la gestione sostenibile degli eventi e ha nominato Annalisa Ponchia (nella foto) quale nuovo Sustainability Manager. 

La certificazione ISO 20121, che  ha validato l’impegno di Aim Group International  verificato da una valutazione rigorosa e audit approfonditi condotti per diversi mesi, riguarda tutte le società con sede in Italia, le filiali e società sussidiarie - tra cui AIM Education, AIM Sport e AIM Communication - e tutte le aree di attività.

Annalisa Ponchia è il nuovo Sustainability Manager

Già direttore Innovazione del gruppo, Annalisa Ponchia porta con sé un bagaglio di esperienza e un forte impegno nello sviluppo del piano di sostenibilità di Aim Group. Nel suo nuovo ruolo, Annalisa avrà il compito di guidare la gestione e la produzione di eventi sostenibili.

“In qualità di Sustainability Manager, mi dedicherò ad ampliare il programma di sostenibilità del gruppo. Questo ruolo chiave sottolinea il nostro impegno costante nel dare priorità alla sostenibilità e nell’implementare le migliori pratiche del settore nella gestione e produzione di eventi” spiega Ponchia.

Uno dei suoi obiettivi principali è aiutare i clienti aziendali e associativi a integrare le pratiche sostenibili nei loro eventi e iniziative di comunicazione, in linea con l’impegno del gruppo espresso nel Net Zero Carbon Events pledge, un progetto condiviso da tutta l'industria degli eventi e dei meeting per raggiungere gli obiettivi fissati dall’Accordo sul clima di Parigi, che AIM Group ha sottoscritto nel 2021. 

Lavorando a stretto contatto con i clienti e con il supporto di Simona Robagliati, Quality Assurance di Aim Group International, la manager si occuperà di personalizzare le strategie per soddisfare le esigenze e gli obiettivi specifici dei clienti, assicurando che le loro aspirazioni di sostenibilità siano realizzate.

“Questa posizione richiede di tenersi aggiornati sulle ultime tendenze e sugli sviluppi nella gestione e produzione di eventi sostenibili. Ciò include la ricerca approfondita e la valutazione di nuove tecnologie, materiali e metodologie che possono ridurre efficacemente l’impatto ambientale degli eventi e dei progetti di comunicazione” continua Annalisa Ponchia.

Inoltre, la manager guiderà le iniziative interne di sostenibilità, a partire dalla definizione degli obiettivi di sostenibilità, per arrivare allo sviluppo di programmi di formazione per il personale e all’attento monitoraggio e reporting delle prestazioni di sostenibilità. L’integrazione di tool di Artificial Intelligence nelle operazioni del gruppo, per esempio, è uno dei primi progetti importanti che coinvolge i dipendenti.

La prossima tappa fondamentale per AIM Group è la pubblicazione del primo Rapporto di Sostenibilità, un documento completo che illustrerà le prestazioni ambientali, sociali e di governance raggiunte nel 2023.

“Questo ruolo rappresenta una grande opportunità che può avere un impatto significativo sul progresso della sostenibilità all’interno di AIM Group e, più in generale, nel settore degli eventi”, spiega Patrizia Semprebene Buongiorno, vicepresidente di Aim Group International. “Questo impegno si allinea perfettamente con la nostra missione e i nostri valori, dandoci la possibilità di lasciare un’eredità positiva e di ispirare i nostri colleghi ad adottare pratiche più sostenibili e a rimodellare il futuro del nostro business”.