3251

Location
per eventi

14567

Sale
meeting

341

Agenzie
e servizi

11200

Articoli
e recensioni

Team building pericolosi... ma virali!

Team building pericolosi... ma virali! Team building pericolosi... ma virali! Team building pericolosi... ma virali! Team building pericolosi... ma virali!

ROVINOSO TEAM BUILDING PER LA SQUADRA DI FORMULA UNO DELLA MERCEDES. MA L’INCIDENTE DIVENTA VIRALE SUL WEB

«Hai voluto la bicicletta?». C’è da immaginarsi che qualcuno se ne sia uscito con questa frase, all’indirizzo di un malconcio Toto Wolff, Executive Director di Mercedes AMG Petronas Formula One Team. La bicicletta incriminata, per la cronaca, è il mezzo di trasporto scelto dai dirigenti della Mercedes per quella che doveva essere una semplice giornata di relax: un team building ciclistico sulle Alpi svizzere, al quale Wolff ha partecipato con la moglie Susie e tutta la squadra corse.

Il punto è che nel bel mezzo della gara l’Executive Director Paddy Lowe avrebbe perso il controllo della bici, innescando una serie di cadute in cui è rimasto coinvolto anche il numero uno del team di F1.

Risultato: Wolff ha rimediato diverse fratture (spalla, clavicola, gomito e polso destri), ma non ha perso l’ottimismo: «Sono atterrato pesantemente sulla testa e il mio casco si è rotto in due – ha spiegato ai cronisti all’uscita del Pronto Soccorso –, quindi sono stato molto fortunato». Fortunato sì, ma anche abile comunicatore: le fotografie di Toto Wolff ingessato, pubblicate su Twitter dalla consorte e subito riprese dall’account ufficiale Mercedes con l’hashtag #Totonator, sono diventate subito virali sul web.

Facile immaginare, quindi, che il prossimo anno la Mercedes non rinuncerà alle azioni di team building, anche se probabilmente senza biciclette: «Ho deciso di lasciare tutto in mano ai professionisti – ha promesso Wolff –: sono meglio Nico e Lewis ruota a ruota a 300 km/h che io a 30 km/h».