3207

Location
per eventi

14478

Sale
meeting

341

Agenzie
e servizi

11102

Articoli
e recensioni

L'opera d'arte del congressuale

L'opera d'arte del congressuale L'opera d'arte del congressuale L'opera d'arte del congressuale L'opera d'arte del congressuale

GRAND HOTEL VANVITELLI

Linee architettoniche eleganti, uno stile inconfondibile che richiama la storia del territorio. D’altronde, prendendo il nome del grande architetto che firmò il progetto della Reggia che, nelle intenzioni dei sovrani borbonici, avrebbe dovuto rivaleggiare con il Palazzo di Versailles, il Grand Hotel Vanvitelli di Caserta non poteva che essere un gioiellino dal punto di vista estetico.

E così è: l’ospite viene accolto in una struttura che è un’autentica opera d’arte.

Ma in questo quattro stelle superiore collocato in posizione molto strategica, proprio di fronte alla monumentale residenza reale visitata ogni anno da centinaia di migliaia di turisti, tutto è studiato per far sì che il cliente si trovi perfettamente a proprio agio.

E’ per questo che, nel giro di pochi anni, il Grand Hotel Vanvitelli è diventato un punto di riferimento sicuro per turisti, artisti e uomini d’affari che decidono di soggiornare a Caserta. Ottima la capacità ricettiva: la struttura è articolata in 250 camere tra Classic, Superior, Junior Suite e Suite. Ben cinque sono le sale ristorante, servite da una cucina che è il trionfo della gastronomia a chilometro zero. I prodotti tipici del territorio, alla base della Dieta mediterranea, costituiscono la base dei ricchi menu, sia di terra che di mare. Regina incontrastata resta la mozzarella di bufala prodotta dai caseifici della zona, che trova applicazione in diverse portate preparate da selezionatissimi chef pluristellati.

Il Grand Hotel Vanvitelli punta moltissimo sul segmento incentive, potendo disporre di un centro congressi con 16 sale meeting e sei “business room”. A ognuna di esse è collegato il nome di un protagonista della grande storia di Napoli e della Campania: Carlo III (che volle la costruzione della Reggia), Murat, Cimarosa, Ferdinando IV, Maria Carolina, Francesco I, Caracciolo, Vico, Filangieri, Galiani, Genovesi, Fonseca, Eleonora Farnese, Filippo V.

Nelle pause di un impegnativo convegno o meeting, e tra un incontro di affari e l’altro, l’ospite può rilassarsi in un lussureggiante parco con tanto di piscina e solarium, magari sorseggiando un cocktail preparato in uno degli american bar disseminati nei punti strategici della struttura, che dispone anche di un ampio parcheggio e garage.

Prossimo all’inaugurazione un modernissimo centro benessere. Il Grand Hotel Vanvitelli è a poche centinaia di metri dall’uscita di Caserta Sud dell’autostrada A1 Napoli – Milano e sorge lungo la Statale Appia, l’antica strada consolare che collegava Roma con le Puglie. L’aeroporto internazionale di Napoli – Capodichino è a un quarto d’ora d’autostrada, mentre la stazione ferroviaria di Caserta è addirittura raggiungibile a piedi, in cinque minuti. Escursioni consigliate, oltre alla monumentale Reggia vanvitelliana: l’abitato caratteristico di Caserta Vecchia e il Real Borgo di San Leucio, dove erano allocate le antiche seterie borboniche, che tra Sette e Ottocento erano le manifatture tessili artigianali più importanti e prestigiose dell’intero Vecchio Continente. 

VAI ALLA SCHEDA TECNICA DEL GRAND HOTEL VANVITELLI