3218

Location
per eventi

14485

Sale
meeting

340

Agenzie
e servizi

11123

Articoli
e recensioni

Meeting d’incanto del Canavese

Meeting d’incanto del Canavese Meeting d’incanto del Canavese Meeting d’incanto del Canavese Meeting d’incanto del Canavese Meeting d’incanto del Canavese

VISTATERRA

La vocazione congressuale di una destinazione cresce solo con un approccio globale in grado di coinvolgere tutti i soggetti che conferiscono valore aggiunto e plus competitivi all’offerta. Nasce con questa filosofia Vistaterra, angolo incantato del Canavese versatile, polisensoriale e immersivo.

Qui il paesaggio diventa un elemento capace di arricchire il valore del progetto in una perfetta commistione tra ambiente, valorizzazione architettonica, bioedilizia e recupero di un “castello agricolo” e dei ricchi territori che lo circondano, circolo virtuoso che coinvolge anche le attività artigianali locali.

La tenuta e il suo parco, un tempo appartenuti ai Marchesi di San Martino in Parella, sono stati acquisiti da Manital nel 2011 con l’obiettivo di una globale riqualificazione dell’area e la creazione di un polo turistico e di produzione agricola che ha il suo epicentro nel Castello San Martino di Parella, nel parco storico contiguo e nei sottostanti Vivai voluti da Adriano Olivetti negli Anni 50.

«Crediamo che una simile iniziativa rappresenti un’evoluzione del concetto di manutenzione e di facility management applicato a beni storici e ambientali e possa ridare slancio all’economia del territorio», spiega Graziano Cimadom, fondatore e presidente di Manital.

Assume particolare rilevanza l’accordo stretto con Slow Food e Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo, che saranno coinvolti nella selezione di eccellenze del territorio e nella formazione del personale. Il progetto prevede servizi turistici e culturali attraverso una proposta commerciale integrata e legata alla sostenibilità ben rappresentata dal concetto scelto per la promozione di Vistaterra, “Un parco che abbraccia il castello”.

Location ideale per corsi di formazione e team bulding, all’interno del castello prenderanno vita una residenza di charme, un centro di servizi business, una spa, una caffetteria, un ristorante gourmet, un birrificio con produzione propria, mentre nelle corti dell’edificio storico troveranno collocazione botteghe con una proposta di prodotti artigianali e a chilometro zero. Nell’area del parco, inoltre, è previsto un biolago balneabile con punto ristoro, laboratori artigianali e un garden center.