3142

Location
per eventi

14257

Sale
meeting

339

Agenzie
e servizi

11015

Articoli
e recensioni

Esperienze senza frontiere

Esperienze senza frontiere Esperienze senza frontiere

ARSEDUCANDI

Società competente nella formazione e nella divulgazione della cultura medico-sanitaria, promossa nell’ambito dei ricercatori e degli operatori della sanità, ArsEducandi promuove attività di formazione teorica e pratica per professionisti in genere, con particolare riguardo a quelli compresi nei programmi di Educazione Continua in Medicina (Ecm), ed è in grado di offrire soluzioni globali nella formazione permanente e nell’aggiornamento professionale.

La società è stata costituita nell’ottobre del 2002 e registrata in qualità di provider presso il Ministero della Salute dal febbraio 2003. Di recente ha messo in campo tutta la sua expertise per un grande congresso medico-scientifico di portata mondiale.

Scopriamone i dettagli. Sono stati più di seicento i delegati provenienti da 29 nazioni che sono intervenuti in occasione dell'Interventional Oncology Sans Frontières, che si è tenuto a Cernobbio. Si è trattato di un evento veramente mondiale, con relatori e un pubblico di ogni provenienza geografica, in occasione del quale sono stati presentati gli aspetti più innovativi della interventistica oncologica. ArsEducandi ha curato tutte le fasi del congresso, a partire dalla definizione e progettazione del logo che ha racchiuso lo spirito del convegno “Sans Frontières”, senza frontiere appunto, e ha progettato e realizzato il sito dedicato al congresso, strumento determinante per la gestione online delle news, delle iscrizioni e degli abstract.

Il sito realizzato, facile e intuitivo, ha agevolato il lavoro della platea, eterogenea e complessa. Altamente aperto e "democratico" anche con l'inserimento degli abstract online, ha permesso a tutti i congressisti di effettuare la votazione degli abstract prima del congresso. La novità è stata infatti l’Olympic Showcase: tutti i partecipanti hanno potuto inviare i propri abstract e iscriversi a questa importante competizione scientifica, che aveva lo scopo di consentire a nazioni tradizionalmente escluse dal “giro scientifico internazionale” dell’interventistica oncologica di presentare le loro migliori soluzioni scientifiche nei tre ambiti del congresso: clinical excellence, clinical novelty e research creativity. Una giuria ha infine selezionato e premiato il podio delle presentazioni.

Si è trattato di fatto di un nuovo modo di pensare il congresso e di portare la propria conoscenza senza condizionamenti per aprire il mondo scientifico alla condivisione. Innovativi sono stati inoltre gli eventi organizzati a latere, come il Simposio Italia-Cina, dal titolo “Italy and China: a scientific and technological”, che ha messo a confronto i più importanti opinion leader cinesi di interventistica oncologica con alcuni fra i più grandi esperti mondiali e l’Experts' Meeting, a cui hanno partecipato i maggiori esperti mondiali del settore. L'impostazione data al congresso, la linea coinvolgente e sobria, la volontà di dare a tutti la visibilità dovuta ha coinvolto gli scienziati e i congressisti a una partecipazione calda e “da protagonisti”, tanto che le sessioni di lavoro proseguivano anche oltre gli orari per interesse e passione. Un evento importante che con orgoglio si è svolto in Italia in una location di successo come Cernobbio e Villa Erba, altamente apprezzate da tutti i partecipanti.