3233

Location
per eventi

14534

Sale
meeting

340

Agenzie
e servizi

11157

Articoli
e recensioni

La 40esima edizione di Bit conferma il MICE Village

La 40esima edizione di Bit conferma il MICE Village La 40esima edizione di Bit conferma il MICE Village La 40esima edizione di Bit conferma il MICE Village La 40esima edizione di Bit conferma il MICE Village La 40esima edizione di Bit conferma il MICE Village La 40esima edizione di Bit conferma il MICE Village

BITMILANO

La nuova edizione della Borsa Internazionale del Turismo, in programma a FieraMilanoCity dal 9 all’11 febbraio 2020, festeggia un traguardo importante e ambizioso: i 40 di attività.


Con la quarta tappa della Bit Revolution, il percorso di rinnovamento iniziato quattro anni fa, e le 40 candeline da spegnere, la Borsa del Turismo internazionale dedicata a viaggiatori e operatori continua a perfezionarsi e ad evolvere verso nuovi obiettivi: l’appuntamento 2020 conferma il MICE Village, lo spazio esclusivo dedicato al settore che solo BitMilano, tra le fiere nazionali di turismo, può vantare.


Oltre alle diverse iniziative in programma all’interno dell’area - come convegni, seminari e workshop - che offriranno un momento di approfondimento sui trend del settore, saranno diverse le opportunità di networking tra gli operatori di settore ed extra settore. Infatti, ai buyer partecipanti viene proposta la formula MICE, che strategicamente prevede tre giornate di appuntamenti prefissati a singolo stand, al fine di creare l’opportunità di incontrare altri operatori - oltre a quelli dell’offerta specifica - per poter completare il proprio pacchetto proposte.

La Meeting Industry italiana, considerata un comparto che non è solo creatore di indotto economico, ma anche motore di sviluppo sociale e culturale, sta vivendo una fase di crescita: secondo una ricerca OICE, presentata lo scorso mese di settembre, nel 2018 sono stati realizzati in Italia 421.503 tra congressi ed eventi per complessive 597.224 giornate, segnando rispettivamente +5,8% e +6,7% rispetto all’anno precedente. La durata media delle giornate di lavori rimane stabile con un 1,42 giorni di media.
Inoltre, è stato rilevato anche un aumento degli eventi nazionali, specialmente quelli corporate: sono infatti le aziende a rappresentare il principale promotore di eventi e a registrare un costante trend di crescita anno dopo anno.

Convention, meeting, lanci di prodotto e incentive si confermano per queste realtà efficaci strumenti di marketing e comunicazione per la costruzione di brand awareness e lead o sales generation.
In discesa invece gli eventi associativi; mentre registrano una leggera crescita gli eventi organizzati da enti e istituzioni di tipo governativo, politico, sindacale e sociale.

Da un punto di vista geografico, il Nord rimane la parte del Paese più attrattiva sia per i congressi, sia per gli eventi, ma il Sud sta registrando dati in crescita.

A livello globale, l’Italia è sempre più meta del turismo MICE: secondo la classifica ICCA 2018, il nostro Paese è al 6° posto nel mondo e 5° nella classifica europea delle principali destinazioni per numero di incontri d’affari. E’ interessante analizzare i trend del settore, che sono sempre più vicini alle preferenze rilevate dal mondo consumer: come evidenziato dall’analisi portata avanti dall’Ufficio Studi ENIT, si punta principalmente sul turismo esperienziale (il 44,4% delle associazioni di operatori), l’alta cucina e il benessere (il 29,4% dell’hotellerie) e le tematiche inerenti l’eco-sostenibilità (nel 25% degli enti territoriali).
La cultura, l’arte e la possibilità di fruire delle destinazioni in termini di “saperi” e di “saper fare” sono considerati asset imprescindibili per un posizionamento competitivo.